Lombardi, Viareggio

“Il nostro negozio vuole essere sempre in progress“ è l’entusiastica affermazione di Andrea Lombardi, quinta generazione entrata alla conduzione di questo punto vendita viareggino.
Situato dal 1900 nel centro della cittadina toscana è stato ristrutturato nel 2007 e attualmente vanta 13 vetrine che si susseguono da un angolo all’atro dell’isolato inglobando tre differenti edifici.
Le ampie vetrine consentono la visibilità dall’esterno dello spazio espositivo.
Lo store è strutturato su tre piani collegati da un ascensore panoramico in cristallo “Abbiamo dovuto creare un layout che conciliasse in un’unica atmosfera strutture architettoniche differenti, abbiamo lavorato su materiali parquet in mogano e acero, travertino, marmo bianco.. Abbiamo preservato in alcuni punti gli elementi stilistici del liberty viareggino utilizzato come elemento conduttore di sottofondo un tema particolarmente legato al nostro territorio, la nautica. Non a caso questa è per noi anche un’importante occasione di vendita, un servizio che ci sta dando importanti riscontri, serviamo infatti sia cantieri che yacht privati.
Per quanto riguarda l’esposizione abbiamo optato sia per scaffalature che per aree tematiche”.
Il secondo piano è dedicato alla porcellana.
Il piano ingresso agli oggetti regalo e nella parte centrale c’è il casalingo. “Qui abbiamo attrezzato una cucina funzionante e iniziato a organizzare corsi. E’ stato un successo che ci ha quasi travolto, organizziamo questi appuntamenti con gli chef di
Amaro, un famoso ristorante locale e riscontriamo sempre il tutto esaurito. Ai corsi affianchiamo eventi a tema (sushi, pasticceria, degustazione….) e dimostrazioni in alcuni casi in co-marketing con le aziende”. Queste operazioni oltre a creare frequentazione hanno una ricaduta sulle vendite. “Credo però che sia fondamentale creare una coerenza fra l’evento proposto e l’esposizione, creando zone a tema con richiami”.
Ecco allora che Lombardi diventa un luogo di ritrovo, un posto dove andare per scoprire cosa c’è di nuovo .
“Fra l’altro avendo 13 vetrine che rinnoviamo a rotazione ogni 15 giorni possiamo dire che quasi quotidianamente l’esposizione cambia. In particolare in una vetrina più grande abbiamo posizionato uno schermo su cui vengono trasmesse le immagini dei corsi e degli eventi”. E’ uno strumento importante di attrazione che richiama moltissimo l’attenzione, non solo, la vetrina è poi un mezzo di comunicazione fondamentale per gli appuntamenti in store, tutte operazioni che consolidano la brand identity del punto vendita che, d’altra parte, è un vero riferimento per la zona. “Ogni elemento del marketing mix va per questo valorizzato; il packaging, ad esempio, è fondamentale: curiamo molto le nostre confezioni, dalla carta al nastro, al fiocco, durante le festività aggiungiamo elementi decorati. Un aspetto caratterizzante è il sigillo in cera lacca con il logo del nostro store, un elemento aggiunto anni fa per evitare che la nostra carta brandizzata venisse utilizzata per confezionare oggetti acquistati altrove e che oggi è un ulteriore elemento di distinzione e di prestigio.
Anche il sito è per noi molto importante: ci stiamo lavorando intensamente per farne uno strumento di informazione e di formazione.
Credo che l’importante sia non fermarsi mai, proporsi con vivacità per interpretare le esigenze del mercato”.
Fra i progetti futuri c’è la volontà di ospitare anche mostre d’arte: ”Gli oggetti di questo settore sono direttamente collegati alla sfera dell’arte”.
“Poi, vista la crescente attenzione verso la cucina da gourmet stiamo valutando la possibilità di aggiungere nel nostro assortimento una selezione di prodotti alimentari top di gamma legandoci alla tradizione locale”.

Previous article
Next article

Related Posts

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

4,362FansLike
2,242FollowersFollow
100SubscribersSubscribe

Recent Stories