E gli USA si scoprono ecologisti

0
115

La visita all’International Home and Housewares Show è sempre un’esperienza arricchente: si tratta di una manifestazione efficientissima, sotto il profilo logistico e organizzativo, e, nello stesso tempo, “dura”, non sicuramente poetica, ma realmente in grado di offrire un quadro delle tendenze che regolano il complesso mercato Usa e che, in molti casi (e il successo della melamina ne è un esempio), prima o poi arrivano anche in Italia.

Sicuramente il trend più evidente emerso da questa edizione è stato il tema del riuso, legato alla sostenibilità. Grande spazio, dunque, alle hydratation bottle (e negli Usa ormai si vedono persone arrivare da Starbucks con la loro bottiglia termica da riempire) alle food box, ma anche a tutti quegli accessori che possono sostituire i monouso, come piatti e posate in fibra di bambù o materiali riciclabili oppure cannucce riutilizzabili in silicone o metallo dotate di un apposito scovolino (e se volete anche di un’apposita pochette per portarle sempre con sè). Una sensibilità (in realtà in contrasto con le scelte dell’amministrazione Trump) che porta anche alcune fasce di consumatori (soprattutto della Generation X) a preferire il negozio B&M rispetto all’e-commerce anche in un’ottica ambientalista legata al tema della logistica, a scegliere macchine che utilizzano caffè macinato anzichè capsule e a introdurre nell’ambiente domestico purificatori d’aria.

Gli indicatori evidenziano anche come, soprattutto i Millennials, negli Usa preferiscono ritrovarsi in casa. Un lifestyle che sta portando a una crescita del segmento legato al tema del bar casalingo, dai bicchieri agli accessori per la preparazione di cocktail. Rimane costante la passione, tutta made in USA, per gli utensili da cucina e i piccoli elettrodomestici per funzioni specifiche. In particolare, se estrattori e centrifughe sembrano riscontrare un lieve calo d’interesse, cresce l’attenzione verso strumenti per cotture e trattamenti particolari, come strumenti per il sous vide, essiccatori e affumicatori. L’attenzione verso la specializzazione si riverbera anche nel focus sulla coltelleria e nella proposta di strumenti di cottura e di stampi da forno dal look decisamente professionale e naturalmente big.

Per sottolineare questa capacità di essere una piattaforma di ispirazione per i mercati, «la manifestazione nel 2020 si presenterà con un nuovo branding, The Inspired Home Show, IHA’s Global Home + Housewares Market, proprio con l’obiettivo di dare vita a un evento che racconti le tendenze e i lifestyle più attuali aiutando produttori e distributori a interpretare le esigenze di un consumatore in continua evoluzione», spiega Derek Miller, presidente International Houseware Association.

 

A CHICAGO CON ABITARE BALERI

«L’emozione di questa esperienza resterà per sempre segnata nel nostro DNA». Così Ferdinando e Lidia Baleri, dello store Abitare Baleri di Albino, vincitori del Gia Italia, hanno commentato la loro presenza a Chicago. Due retailer decisamente open mind con una grande passione per il design, capaci di emozionarsi e di stupirsi, guidati dal desiderio di conoscere. Un vero esempio di eccellenza.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here