Punto vendita Leone Limentani, diversificare la clientela

0
231

Situato al Portico d’Ottavia nel cuore di Roma di fronte al Teatro Marcello, famoso sito archeologico di epoca Romana, il punto Vendita Leone Limentani, è tra i più antichi della Capitale. Nacque infatti nel lontano 1820 e quindi può vantare una storia lunga quasi due secoli, interrotta solo durante la seconda guerra mondiale quando venne sequestrato dai nazisti. Con una superficie di vendita di più di 1000 Mq il negozio (che fa parte dell’associazione “Negozi Storici d’Eccellenza”) è specializzato nella vendita di porcellane, cristalli, argento, accessori per cucina, tessile d’arredo, mobili e complemento d’arredo per una fascia medio-alta che copre anche il settore del lusso. Core-business dell’attività è l’arredo di case, ville, barche, aerei, uffici, alberghi, ambasciate, dalla cucina al living. Assai differenziata è la clientela del negozio che dal comune compratore arriva a comprendere personaggi famosi. Leone Limentani può infatti vantarsi di aver apparecchiato le tavole dello Scià di Persia, di Tito di Jugoslavia, di Evita Peron, di Papa Giovanni Paolo II e di Papa Benedetto XVI. Assai prestigiose anche le collaborazioni con il mondo della nautica: Lady Moura Blohm e Voss (105 mt), il Numptia Rossinavi (77 mt), Shout Rossinavi (54 mt), Sea Foce One Admiral (54 mt), Sud Rossinavi (48 mt) sono solo alcune delle imbarcazioni che sono state servite da Leoni Limentani. Per saperne di più su questo punto vendita (che ora ha aperto anche in Via Po, nel cuore dei Parioli con una superficie di oltre 500 Mq) abbiamo incontrato Bruno Limentani, uno dei titolari.

Dal contract agli yacht, dalla fornitura per ville ed aerei fino alla collaborazione con chef famosi. L’attività di Leoni Limentani comprende gli ambiti più diversi
Sì è vero e in tutti gli ambiti, dal piccolo acquirente al big spender, cerchiamo sempre di soddisfare al meglio le richieste che ci vengono fatte.

A questo proposito, offrite anche la personalizzazione di vari articoli …
Abbiamo una fabbrica che ci personalizza i tagli dei bicchieri su disegno di architetti o su richieste particolari di clienti . Lo stesso servizio possiamo offrirlo per posate e porcellane.

Come riuscite ad avvicinare l’universo del lusso rendendo la vostra proposta allettante?
O attraverso conoscenze personali o attraverso l’intermediazione di studi di architettura. Il mondo del lusso è molto esclusivo e diffidente, ma queste riserve cadono nel momento in cui si riesce a comunicare la propria competenza e serietà. Per quanto mi riguarda, i due secoli di storia del negozio decisamente aiutano…

E per quanto riguarda invece gli studi di architettura?
Sono altrettanto importanti. Ad un architetto che deve arredare una villa, uno yacht o un albergo, conviene avere un unico referente in grado di risolvergli tutte le problematiche del caso –una capacità che negli anni ho acquisito- piuttosto che prendere singolarmente contatto con decine di aziende.

Il settore del retail oggi non sta attraversando un periodo particolarmente brillante. Basandosi sulla lunga esperienza che Leone Limentani può vantare, c’è qualche consiglio che si sente di dare ai negozianti?
Direi che la competenza e la serietà continuano ad essere qualità indispensabili alla vendita. C’è però un altro consiglio che vorrei dare ai miei colleghi ed è quello di cercare di unirci per contrastare quelle aziende del settore che non credono nel retail…

Può specificare questo punto?
Alcune aziende, mettendo in campo determinate strategie commerciali, dimostrano di considerare i negozianti concorrenti e non partner, il che è paradossale e dannoso, non solo per noi ma anche per loro. Capire questo e comportarsi di conseguenza aiuterebbe senz’altro a contrastare la crisi.

English text

Located in Portico d’Ottavia in the heart of Romea in front of Teatro Marcello, the famous archeological site from the Roman era, the Leone Limentani sales point is among the most ancient in the capital. In fact, it was born in far off 1820, and therefore can boast of its long history of almost two centuries, interrupted only by the Second World War when it was confiscated by the Nazis. On a sales area of more than 1000 square meters, the shop (which is part of the Historic Shops of Excellence Association) is specialized in the sale of porcelain, crystal, silver, kitchen accessories, interior design textiles, furnishings, and interior design accessories for a medium-high range which also covers the luxury sector. Its core business is furnishing houses, villas, boats, planes, offices, hotels, embassies, from the kitchen to the living room. The shop’s clients are very different, as they range from the customary shopper to celebrities. Leone Limentani is proud of having set the table for the Shah of Persia, Tito of Yugoslavia, Evita Peròn, Pope John Paul II, and Pope Benedict XVI. Equally valuable has been its work done on boats. The Lady Moura Blohm and Voss (105 m.), the Numptia Rossinavi(77 m.), the Shout Rossinavi(54 m.), the Sea Foce One Admiral(54 m.), and the Sud Rossinavi (48 m.) are just some of the boats which have been serviced by Leoni Limentani. To learn more about this sales point (which has also just opened a branch on Via Po in the heart of Parioli on an area of over 500 square meters) we met with Bruno Limentani, one of the owners.

From contracts for yachts to the supplying of villas and planes, all the way to collaborating with famous chefs, Leoni Limentani’s business encompasses the most diverse settings…
Yes, this is true, and in all settings. From the small buyer to the big spender, we seek always to best to satisfy the requests that are made to us.

Regarding this, you also offer the customizing of various articles…
Our factory permits us to customize the cutting of glasses on an architectural design or on the basis of client requests. We can also offer the same service for cutlery and porcelain.

How do you manage to approach the luxury universe, making your proposals enticing?
Either through personal connections or through the mediation of architectural studios. The world of luxury is very exclusive and diffident, but these reserves go down once you have shown your skill and seriousness. As for me, our shop’s two centuries of history definitely help…  

And with respect to architectural studios?
They are equally important. An architect who needs to furnish a villa, a yacht, or a hotel, must have a single reference point which is able to resolve all the problem involved – and this is an ability which, over the years, I have acquired – rather than trying to establish single contacts with a dozen companies.

The retail sector today is not going through a particularly bright period. Based on the long experience that Leone Limentani can boast, is there some advice you would like to give shop owners?
I would say that competence and seriousness continue to be indispensable qualities for sales. There is however another piece of advice that I would like to give my colleagues, and namely to try to team up together in contrast to the stores in the sector who don’t believe in retail…

Can you explain this better?
Some companies, when setting up certain commercial strategies, show that they consider shop owners as competitors and not partners. This is paradoxical and damaging, not just for us, but also for them. Understanding this and behaving accordingly would, without a doubt, help fight the economic crisis.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here