Vebo Award 2019 e Eleonora Daniele per AIRB

0
155
Vebo Salone internazionale

All’esposizione Vebo, salone della bomboniera, regalo e casa – che si è svolta alla Mostra d’Oltremare di Napoli dal 4 al 7 ottobre scorsi-, una giuria presieduta dal giornalista Roberto Alessi ha scelto le migliori aziende italiane premiandole con i Vebo Award 2019; mentre Eleonora Daniele, conduttrice di “Storie Italiane” su Rai Uno, è scesa in campo in difesa della bomboniera accettando il ruolo di ambasciatrice dell’ AIRB, associazione che intende tutelare il settore produttivo dell’articolo da regalo.

I Vebo Award sono i riconoscimenti che ogni anno vengono consegnati alle aziende che hanno realizzato le migliori collezioni nei segmenti della bomboniera, regalo e casa.

Il premio intende premiare e gratificare la valenza del lavoro svolto dai produttori nella ricerca del design, materiali, forme e colori, delle loro realizzazioni.

Diventati negli anni simbolo di qualità e di valore aggiunto, questi speciali “oscar” sono considerati un punto di riferimento dagli operatori di settore. Una giuria, composta da figure professionali emergenti come: designer, influencer, wedding planner, e dalla stampa specializzata del settore, presieduta da giornalista Roberto Alessi, ha assegnato i Vebo Award 2019.

“Abbiamo scelto le nuove ed emergenti figure professionali del settore per raggiungere più facilmente i giovani – sottolinea Marco Paulillo, presidente del salone Vebo -, perché sono loro i compratori finali di questi oggetti. La Bomboniera ha orami ritrovato nuova vita realizzando oggetti contemporanei e di grande utilità, mentre al Vebo il regalo e la casa diventano sempre più settori di riferimento. I Vebo Award sono oramai un bollino di qualità sia per le aziende produttrici che per i compratori sempre più attenti ai risultati”.

Vebo Salone internazionale della bomboniera e del regaloIl primo premio per il settore produttivo dedicato alla casa è andato all’azienda milanese Weissestal con la motivazione: “Per la continua ricerca ed innovazione dei materiali, forme e decori, con un’originalità e creatività attenta alle nuove tendenze”. Secondo posto per Villa Altachiara, un’azienda tutta al femminile, attenta alla natura, al bio, al green, con la motivazione “Saper portare la natura in tavola, vendendo un’esperienza, oltre un prodotto”. Terzo premio alla ditta catanese Capitani Coraggiosi per il design e funzionalità dei loro prodotti.

Il Vebo Award per le aziende produttrici di bomboniere è andato invece all’azienda napoletana Le Fate di Cristallo. La collezione 2020, dedicata a linee di profumatori elettronici per l’ambiente con soggetti come sfere, mappamondi, carrozze fiabesche, fiori ed altre raffigurazioni, evidenzia il facile e piacevole utilizzo della bomboniera. Secondo posto, una conferma dopo la stessa piazza conquistata nel 2016, è andato a Le Bomboniere di Angie. L’azienda leccese ha ricevuto una particolare menzione: “L’attenzione all’utilizzo dei materiali, come la polvere di marmo toscano e la pietra leccese, fuse in un mix di tradizione e cultura tutta made in Italy”.  Terzo gradino per Debora Carlucci per l’attenzione al designer stilizzato della sua bomboniera a forma di clessidra.

Premiata infine per l’articolo da regalo e l’oggettistica l’azienda romana Royal Family premiata dalla giuria per la capacità e competenza nell’attualizzare un materiale dal sapore antico, sheffield, con l’attenzione verso la natura e l’ambiente. Seconda piazza per Paola Rolandi “quando la natura diventa oggetto di design: attenzione all’ambiente, total green, originalità e designer innovativo” e terzo posto a Chore, azienda italiana, per l’originalità del packaging e dei materiali utilizzati per creare diffusori per ambiente.

“Nessuno può denigrare il lavoro altrui”. La giornalista Eleonora Daniele ha difeso così a Vebo la cultura e la tradizione della bomboniera.

“Basta denigrare la bomboniera ed offendere la produttività artigianale italiana del settore. In questo campo lavorano migliaia di persone e nessuno può permettersi di calpestare l’impegno professionale di questi professionisti”. La ferma e dura affermazione è di Eleonora Daniele che, intervenendo alla Convention dell’AIRB (Associazione Italiana Regalo e Bomboniera) e nell’accettare il ruolo di ambasciatrice della cultura e tradizione della bomboniera, ha sottolineato l’importanza di essere uniti.

Salone internazionale Vebo: Eleonora DanielePer la conduttrice, seduta al fianco del presidente dell’AIRB Luciano Paulillo, l’associazione potrà finalmente fermare e denunciare le azioni in danno all’oggetto bomboniera con l’impegno dell’ufficio legale. Più volte infatti opinionisti o personaggi del mondo dello spettacolo e persino giornalisti, hanno espresso giudizi denigratori nei confronti della bomboniera, invitando la gente ad evitare di acquistare, per le loro cerimonie, questo oggetto ricordo.

“Io stessa, che mi sono spossata meno di un mese fa, ho scelto le bomboniere – dichiara la Daniele – perché da buona veneta e cristiana le mie radici sono ben salde grazie alla cultura e tradizione della mia terra. Al mio matrimonio tutti i miei amici ed ospiti mi hanno fatto le congratulazioni per le bomboniere, perciò penso che siano pochi quelli che le denigrano e che pensano di essere trendy ma invece farle significa essere cool”.

Salone internazionale Vebo: Eleonora DanieleDurante la manifestazione AIRB ha presentato le linee programmatiche dell’impegno associativo e ha evidenziato anche la necessità di riqualificare le figure professionali degli operatori di settore, che devono aprirsi alle nuove realtà del commercio mondiale. Il riferimento non è solo ai nuovi strumenti tecnologici come internet e le piattaforme social, ma anche alle figure emergenti che interagiscono con il pubblico come: wedding planner, influencer, fashion blogger e designer.

“L’unione fa la forza, ha ragione Eleonora Daniele, perciò da oggi in poi possiamo finalmente puntare ad un obiettivo importante – ha dichiarato il presidente Luciano Paulillo –, quattromila voci contano certo qualcosa. Promozione del prodotto, campagne pubblicitarie, servizi fiscali, commerciali e legali sono le prime linee da mettere in campo per aiutare gli associati. La difesa dei marchi e la difesa del diritto intellettuale diventeranno per noi argomenti prioritari”.

La Convention AIRB, che si è svolta all’interno del salone Vebo, lancia così un nuovo percorso per riaffermare la produttività e vendita di un oggetto che fissa, in ognuno, un piacevole ricordo della propria vita, dalle cerimonie religiose come battesimo, cresima, matrimonio, ma anche a quelle come la celebrazione del diciottesimo anno di vita e la laurea.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here