Home Textiles Premium 2018, il salone tessile che detta tendenza

0
65

Ha conquistato, o meglio, riconquistato, una posizione di leader internazionale nel settore tessile il Salone spagnolo Home Textiles Premium, che nello spazio espositivo de Caja Mágica, a Madrid ha ospitato espositori spagnoli e stranieri, tra cui diversi italiani. Fondato oltre 40 anni fa a Valencia, Home Textiles Premium è infatti rinata grazie ad un nuovo format trasferendosi nella Capitale. Dopo quattro edizioni ed un trend in continuo sviluppo, quest’anno il Salone ha addirittura registrato una crescita del 36% sia rispetto alla superficie espositiva sia ai marchi presenti, conquistandosi oramai un ruolo primo piano a livello internazionale. Punti di forza sono un’offerta ampia e variegata di prodotti, una forte presenza di espositori spagnoli – ma anche stranieri – di livello top, una approfondita ricerca su trend di stile. Che quest’anno ha coinvolto anche il settore contract con un’ area dedicata, “El Cubo – Business Contract Zone”, con i principali brand nazionali ed una mostra di progetti volti ad interpretare un nuovo modo di vivere e realizzare gli spazi degli hotel. Una serie di installazioni firmate da importanti studi di design e di architettura hanno quindi mostrato come utilizzare i tessuti d’arredo nel settore  contract in modo creativo e innovativo.

Tessuti e aziende da tutto il mondo

Home Textiles Premium riafferma quindi la propria leadership nel settore grazie quindi a 237 marchi corrispondenti a 84 aziende. L’offerta proviene principalmente da case produttrici spagnole, portoghesi, italiane e tedesche e da marchi rappresentati in Italia, Inghilterra, Svezia, Germania, Olanda, Stati Uniti, Belgio, Francia e Giappone. Salone dedicato agli “addetti” al settore e  specializzato in tessuti per la casa, tappezzeria e la decorazione ha accolto, così, alcuni produttori italiani. Tra di essi, Mario Cavelli, azienda italiana storica del settore del tessile d’arredamento nonché top brand nella produzione di tendaggi tessuti e tovaglie. “E’ il secondo anno che partecipiamo a questo Salone”, ha detto il titolare dell’azienda. “Prima esponevamo a Bruxelles, ma poi abbiamo fatto una scelta. Home Textiles Premium è, secondo noi, più competitiva e, inoltre, qui possiamo trovare grossisti e distributori di livello internazionale, non solo spagnoli, ma provenienti da tanti altri paesi tra cui, ad esempio, la Nuova Zelanda o l’Ucraina. Il mercato e i produttori spagnoli sono molto competitivi sui prezzi, hanno tessuti di qualità e di “tendenza”, anche se noi offriamo prodotti diversi, di fascia alta. Inoltre, puntiamo molto sul servizio. Basti pensare che, in magazzino, abbiamo il 90% di prodotti pronti”.

Le tendenze per il 2019

Un parterre di operatori premium quindi, caratterizza Home Textiles Premium, che si propone anche come vetrina di tendenze di settore. Passata l’ondata della moda jungle, quest’anno i produttori non hanno saputo resistere alla “tentazione” di seguire i dettami provenienti dal fashion e di offrire nuance e fantasie giocate sui toni del rosa nude e sui colori pastello, sugli azzurri e i verdi tenui, sul giallo e sui decori creati dalle stesse trame dei tessuti. Fa caso a sé il brand Agata Ruiz de Prada –  prodotta da Visatex – con un ventaglio di  proposte dai colori “vitaminici” e dalle fantasie esplosive.
Rivelano in modo approfondito le principali tendenze che segneranno la stagione 2019 gli studi di settore  realizzati dall’agenzia specializzata ‘Metro comunicazione’ che, durante un convegno dedicato, ha  spiegato quali fossero i quattro principali scenari. Questi sono stati definiti come ‘Bosque Secreto’, ‘Caramelo’, ‘Brillo de Perla’ e’ Ingenio Urbano’, che la Fiera ha messo a disposizione di espositori e professionisti del settore.
La prima, Bosque Secreto è la tendenza che mixa campagna e città, mobili dalle linee rette e componenti rustiche. Un impegno per l’ambiente, che opta per tessuti organici e puri creando texture lisce e armoniche. Caramelo, invece, si ispira al Nevada State Park, dove la natura si veste di toni più sereni creando un paesaggio piacevole e “morbido”. Ecco la delicatezza di tessuti intrecciati a mano, fantasie che vanno dai rosa più intensi al gialli più caldi, texture morbide e piacevoli al tatto ed un “ritorno” gli arazzi. Il trend ‘Brillo de Perla’ incoraggia al ritorno dello stile vintage. La potenza di colore perlescente si esprime in tutti i suoi aspetti, utilizzando sfumature di rosa o di blu elettrico con tocchi di senape che serve per creare un effetto più dinamico. Ingenio Urbano, infine, punta alle suggestioni metropolitane attraverso trame scure e luminose.

 ‘El Cubo”, il nuovo spazio dedicato al Contract

Novità di questa edizione 2018 è stata l’area espositiva de “El Cubo – Business Contract Zone”, che oltre a una selezione di aziende espositrici specializzate in tessuti contract ha presentato una serie di progetti di spazi per hotel in cui sono stai impiegati tessuti di ultima generazione.
I professionisti dello studio messicano guidati da Mauricio Ramírez, gli italiani Abramianarch e gli spagnoli Carmen Baselga, Vanesa Rodde, Mamen Pérez e Lemobba Architects & Designers hanno deciso di ricreare suite di camere utilizzando prodotti tessili di alto livello. I progettisti – con una vasta esperienza nell’utilizzo di tessuti in diversi modi e in progetti in tutto il mondo, hanno offerto la propria idea sulle nuove tendenze di settore sperimentando soluzioni ed usi inediti di tessuti speciali. Si tratta di prodotti oramai capaci di offrire le stesse qualità tattili ed estetiche dei tessuti per la casa garantendo, al contempo, la massima sicurezza e l’affidabilità richieste per l’ambito contract.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here