Prodotti di design che delineano il futuro. Intervista a Giampaolo Allocco

0
92

 

“Prodotti di design che delineano il futuro”, con questo slogan, molto semplice e diretto, Giampaolo Allocco spiega la filosofia creativa di Delineodesign, lo studio di progettazione industriale situato a Montebelluna (TV) di cui dal 2000 è responsabile. Formatosi nei reparti di product design delle industrie sportive, il designer veneto ha con il tempo acquisito la capacità e le competenze tecniche che gli hanno permesso di disegnare prodotti dall’alto profilo tecnico ed estetico. La sua grande curiosità per la complessità del mondo industriale lo ha portato anche ad approfondire problematiche relative a settori merceologici assai distanti da quelli in cui si era formato. Di questa sua versatilità, la collezione di pirofile “Chef n’ Table”, realizzata recentemente per Vetri delle Venezie,  in collaborazione con lo chef Vito Mollica, è un eloquente esempio.

Ma come è avvenuto il passaggio dall’universo sportivo a quello della tavola e a livello progettuale  che tipo di problemi ha comportato?
È stato un lavoro singolare –ci spiega Allocco-  ma si è pur sempre trattato di un progetto industriale che ho sviluppato plasmando il vetro in funzione del design e delle necessità dell’arte culinaria. Quando si ha a che fare con l’industria, in qualsiasi ambito merceologico è necessario tenere presente tecnologie disponibili, mercato, target di riferimento, competitor.

Dalla presa in esame di questi aspetti è nata  “Chef n’ Table” una collezione di pirofile in vetro di grande impatto scenografico, che sfrutta al massimo lo stampaggio del vetro industriale ed interpreta perfettamente l’esigenza espressa da molti Chef ma anche da tutti coloro che quotidianamente cucinano.
La collezione è nata dall’esigenza di evitare, dopo la cottura in forno, l’impiattamento in un altro piatto di portata, operazione che ne rovina necessariamente l’estetica.  Il risultato di questo progetto è quindi un sistema di sei pirofile capaci di dialogare tra loro, ovvero 3 + 3 pezzi che diventano singole pirofile o semplici vassoi di dimensione ed altezze diverse, oppure combinate in modalità con coperchio o sormontate come un secondo vano di cottura per essere funzionali ad un uso domestico e grazie ai dimensionamenti Gastronorm perfette anche in una cucina industriale come quella dei ristoranti.

Un ruolo importante nella genesi del progetto l’ha giocato il rapporto con lo chef Vito Mollica?
Dialogare con uno Chef di grande prestigio come Vito proprio nella sua cucina al Four Season di Milano –conferma Allocco-  è stato di grande ispirazione perché mi ha consentito di tradurre la sua idea di cucina in una forma in grado di raccontarla, ma è soprattutto il feeling che si è successivamente creato tra di noi ad essere stato fondamentale nel raggiungimento di questo risultato. Un design sfaccettato, che permette una visione a 360° della pietanza e la possibilità di servire in tavola piatti dal grande effetto scenografico.

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here