Collezioni P/E Fazzini. Tra giardini fioriti e suggestioni artistiche e architettoniche

0
163
Fazzini

È la bellezza delle fioriture dei giardini italiani in epoche diverse e il desiderio di goderne la magia ad ispirare la Collezione primavera/estate 2023 di Fazzini. Dai paesaggi rinascimentali a quelli ottocenteschi, fino ai più contemporanei, i giardini entrano in camera da letto attraverso la tradizione italiana della biancheria di qualità del brand Fazzini, protagonisti di raffinate stampe che sideclinano in maniera fluida sulle nuove proposte, grazie anche a una ricerca d’eccellenza sui tessuti. Mentre è un’esperienza di lusso senza tempo quella che Fazzini propone nelle nuova Collezione di Atelier Fazzini. I filati di altissimo pregio, le costruzioni complesse e le raffinate lavorazioni, lo stile sofisticato rivelano l’expertise dell’azienda nell’ambito della manifattura tessile.

 Fazzini P/E 2023

Alla base della collezioni ci sono il percalle, con finissaggi di altissimo livello che restituisce una mano morbidissima e il raso, che regala una seducente eleganza senza tempo. La gioia di vivere si mescola a un nuovo romanticismo e la pienezza dell’estate si esprime in straordinarie vibrazioni di colore. I neutri fanno da sfondo creando continuità fra le stagioni; i rosa sbocciano dolcemente per poi accendersi di sfumature glicine e di dettagli purple; le tonalità del petrolio si accordano con i grigi. La natura si racconta attraverso le terre che si declinano nel senape e nel copper, ma anche in improvvise esplosioni di energia con il verde prato, il giallo sole e il viola acceso.

LE COLLEZIONI

FazziniLa poesia del giardino di Giverny che ha ispirato le più famose opere di MONET è catturata nella collezione che porta il nome del pittore impressionista. Un macro disegno floreale prende forma in un effetto acquarellato regalando freschezza alla camera da letto. Le pennellate di colore degradano fino a diventare quasi impercettibili, mescolando con estrema grazia le tonalità di stagione. Così Monet racchiude in sé tutti gli elementi che hanno ispirato la primavera/estate 2023 di Fazzini. Il disegno prende luce e tridimensionalità su una base bianca per poi celarsi in maniera quasi seducente quando è abbinato a un fondo grigio perla, appena mosso. Le due varianti si incontrano nella balza del lenzuolo e giocano sulle federe reversibili; oppure danno vita a una doppia proposta nell’ambito del copripiumino, del quilt e del copriletto stampato su prezioso tessuto jacquard di puro cotone.

Dal Lago di Como al Lago Maggiore, fino alle colline fiorentine, i grandi giardini che hanno fatto la storia italiana tornano in VILLA OLMO, ISOLA BELLA e BOBOLI. Il fascino di questi luoghi incantati si racconta in spettacolari fioriture. Con un segno pittorico, d’ispirazione botanica, nascono i gigli che decorano le parure VILLA OLMO. Io e il quilt.

La bella stagione è interpretata nelle stampe su raso, nei colori e nelle bordure. Un grande disegno a fiori, vivido e tridimensionale che sembra dipinto a mano, è protagonista della collezione VELVET, proposta nelle sofisticate tonalità del petrolio, del grigio perla e del rosa.

La texture geometrica della linea ROTHKO  porta in camera da letto l’espressionismo

 

astratto del pittore.

 Le lenzuola con la balza a contrasto applicata a mano, i copripiumini e i quilt reversibili giocano sull’energia delle tinte unite nelle proposte reversibili DIALOGO per ripensare la camera da letto ogni giorno: i romantici rosa si incontrano in sofisticati accostamenti tonali e il glicine gioca con il purple.

Fazzini supera i confini della bella tradizione italiana per trovare ispirazione nelle più straordinarie espressioni artistiche che hanno accompagnato il Novecento. Al genio dell’architetto spagnolo Gaudì sono ispirate le collezioni PARC GÜELL e BARCELONA.
La prima riprende con una stampa geometrica le sfumature irregolari e il divertente dinamismo dei mosaici in vetro e ceramica del famoso parco di Barcellona.

L’energia creativa e l’esplosione dei colori raggiungono il loro apice nella collezione ispirata al  giardino della casa di Marrakech dello stilista francese visionario Yves Saint Laurent, JARDIN MAJORELLE ne interpreta la bellezza paradisiaca.

Queste collezioni invitano a vivere l’energia del colore che Fazzini racconta anche con una serie di elementi accessori. I cuscini CANESTRI, nella versione quadrata da 45×45 centimetri oppure in quella da 30×50 cm, rivelano una preziosa lavorazione jacquard. Si possono scegliere in giallo sole, copper, grigio sasso oppure verde prato

Infine, per il bagno la primavera/estate Fazzini presenta le soffici spugne COCCOLA in copper oppure petrolio. Quest’ultimo colore viene declinato anche nella linea NETTARE che continua a conquistare per la morbidezza della sua lavorazione a maxi nido d’ape. Anche POIS e TRIADE sono state reinterpretate nei nuovi toni di stagione e si mescolano alle varianti SALE E PEPE. Audace e divertente è, invece, la capsule AFRICA che gioca sulla combinazione di bianco e nero, declinato in un elegante pied de poule, anche nella versione accappatoio, in un bel maculato e in un grintoso zebrato.

 

FAZZINI ATELIER 2023

È in Atelier, dove nascono linee per il letto di grande valore che reinterpretano la tradizione in un linguaggio stilistico attualissimo e riportano in casa la bella biancheria, che ogni proposta torna a essere un prezioso patrimonio da tramandare. In particolare è MILANO, con la sobria eleganza dei suoi luoghi iconici, ad ispirare ancora una volta la collezione che viene declinata in tre importanti proposte lavorate a jacquard e altrettante in prezioso raso 300. La tattilità dei copriletto, degli imbottiti e della biancheria restituisce grande piacevolezza alla camera da letto; la purezza del bianco, il fascino del grigio perla, la contemporaneità del tortora e il coté romantico del rosa, ma anche qualche accenno di blu colorano le proposte Fazzini Atelier di un’eleganza discreta.

LE COLLEZIONI

La finezza della seta e la matericità del lino si incontrano in Arengario per dar vita a un raffinato intreccio di cerchi. Le sottili sfumature di colore che sembrano tracciate a carboncino dal gesto di un’artista sono ottenute con la lavorazione jacquard; le superfici lucide si alternano a dettagli opachi in un bellissimo effetto tridimensionale. Le opere del ‘900 italiano raccolte nell’edificio milanese, da cui la collezione prende il nome, animano le atmosfere della zona notte con il copriletto, il quilt e i cuscini decorativi.

L’eleganza classica del canneté è riproposta in un intreccio tono su tono dalle dimensioni importanti nella collezione Triennale. Il motivo a rilievo ottenuto con la lavorazione a jacquard è reso ancora più evidente da un finissaggio che agisce sulla trama ritraendo in parte il filato: nascono copriletti e imbottiti di grande consistenza che arredano la camera da letto, portando un elemento di design. Proposta in bianco, nei toni naturali o in grigio, la linea si abbina alle nuove federe Isola nei toni neutri con cifratura in bianco.

L’iconica torre del Castello Sforzesco di Milano ispira la collezione Filarete, che rievoca gli arazzi e i tappeti custoditi nel museo. I motivi damascati del passato sono stati riproposti in una chiave

 

 

decisamente contemporanea con la lavorazione jacquard per dar vita a copriletti, imbottiti e grandi cuscini decorativi nei toni del bianco, del naturale e del rosa arredamento. Si ispira ai tessuti damasco anche la linea Novecento in finissimo raso. Il disegno nelle tonalità del grigio o del beige è riportato su lenzuola, copripiumini e trapunte con una stampa vibrante che alterna superfici perlescenti e dettagli talcati.

Una sequenza di piccoli tratti che ricorda l’imponete facciata del Pirellone torna nella collezione che rende omaggio al grattacielo milanese progettato da Gio Ponti a metà degli anni 50. La stampa minuta dall’effetto traslucido rivela una texture dichiaratamente contemporary.

Rende omaggio al genio di Gio Ponti anche la collezione Torre Branca. La stampa che richiama l’arte cinetica restituisce il dinamismo della struttura architettonica a triangoli sovrapposti che spicca sulla vegetazione del Parco Sempione. Il lenzuolo, il copripiumino e la trapunta in raso presentano su base bianca il disegno in blu, in grigio oppure in bianco tono su tono.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here