Tessili d’autore per il mondo dell’Interior_Intervista a Luca Vignaga, Marzotto Lab

0
222
Interior
Stand Prosetex a Proposte

«Proporsi al mercato come una vera e propria piattaforma produttiva in grado di presentare collezioni tessili caratterizzate da una cifra stilistica precisa ma declinate in differenti tipologie tessili. È questo oggi l’asset di Marzotto Interiors». Luca Vignaga, Ceo di Marzotto Lab, non ha dubbi, con passione, entusiasmo e competenza racconta la strategia aziendale che vede il gruppo Marzotto, attraverso Marzotto Interiors, configurarsi come un vero e proprio riferimento per editori tessile, industria dell’arredo e contract.

«Ci presentiamo con una proposta ampia, grazie al portafoglio di aziende che abbiamo nel mondo dell’arredamento e che vede, fra l’altro, la presenza di Redaelli (velluti) e ora anche di Prosetex (velluti e tessuti jacquard), che ha sede nel distretto brianzolo, oltre a Lanerossi. Questo ci consente di proporci, come ad esempio all’ultima edizione della fiera di Proposte, con una collezione completa di tessuti per arredamento, con anime differenti garantite però sempre da una filiera interna che ci permette, realmente, di avere un controllo su ogni passaggio produttivo. La nostra attenzione inizia dalla selezione delle materie prime: dal cotone per passare alla lana o al lino.

Un progetto in cui, naturalmente, l’attenzione alla sostenibilità non può non avere un ruolo fondamentale. Il nostro è un impegno a 360° su tre fronti: eco-design cioè un prodotto pensato e progettato in ottica di rispetto ambientale sin dall’origine anche attraverso un verifica delle materie prime che rispettano standard elevati come tessuti certificati GOTS e materiali riciclati certificati GRS; riduzione della carbon footprint attraverso l’eliminazione di coloranti e agenti chimici, risparmio energetico (anche attraverso l’utilizzo di fonti rinnovabili) e dell’acqua; riuso e riciclo di scarti produttivi».

Una strategia incisiva che vede il gruppo Marzotto guardare con sempre maggiore attenzione alla domesticità?

«Sicuramente, proprio perché siamo convinti che l’attenzione verso l’abitare, che è stata stimolata dal lockdown, è destinata a proseguire. La casa, oggi, viene vista come l’espressione della personalità di chi la abita e quindi vi ci si dedica particolare attenzione. In questo scenario la visione di Marzotto Interiors si configura come vincente grazie alla sua capacità di fare innovazione partendo dal proprio Heritage. Fra l’altro, visto il tema del rincaro delle materie prime e della difficoltà di approvvigionamenti dal Far East, la possibilità di offrire una diversificazione della proposta nell’ambito di una piattaforma a filiera controllata legata al territorio, diventa oggi più che mai un vero vantaggio competitivo. Marzotto Interiors è un percorso a cui ci stiamo dedicando con passione, attenzione e rispetto valorizzando con creatività e competenza il saper fare del made in Italy».

Lanerossi_Icona del textile design

Un brand da generazioni sinonimo, nell’immaginario collettivo, di lana e coperte oggi guarda al futuro diventando protagonista del mondo dell’accessorio tessile declinato in differenti spazi domestici. Lanerossi è in grado di presentare una proposta che si esprime in differenti item, materiali e lavorazioni. Ecco allora che Lanerossi interpreta il nuovo concetto fashion nel plaid (non più semplice complemento letto ma vero e proprio accessorio d’arredo che vive nella camera ma anche nel living o nell’outdoo) proprio giocando su differenti suggestioni materiche e disegni. Ma non solo: con la collezione Revelations, Lanerossi guarda al segmento della biancheria letto e al bagno, attraverso proposte caratterizzate da una profonda attenzione al valore qualitativo dei filati e della competenza produttiva, identificate da una cifra stilistica riconoscibile. Perché per Lanerossi l’innovazione deve partire dalla valorizzazione delle proprie radici. Un concept che si evidenzia nella capsule Memory is My Home che propone (e proporrà) riedizioni di pattern dell’archivio: veri e propri master piece del textile design come esemplificano le prime uscite Triennale e Triennale 2 che rendono omaggio a due disegni presentati rispettivamente durante la Triennale di Milano del 1933 e del 1936.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here