I designer di Maison&Objet

0
32

Laura Gonzalez è stata scelta da Maison&Object come Designer of The Year 2019, premio che solitamente viene assegnato nell’edizione di settembre, in programma dal 6 al 10 settembre 2019 a Parigi Nord Villepinte, a un designer strettamente legato al mondo dell’architettura d’interni o dell’arredamento. Nella stessa manifestazione saranno premiati i talenti di Rising Talent Awards, il contest che ha l’obiettivo di portare alla ribalta di volta in volta i migliori tra i designers emergenti in specifiche parti del mondo, in questa edizione sarà dedicato agli USA.

Laura Gonzalez designer dell’anno

Hôtel Le Relais Christine

Prolifica e talentuosa progettista 37enne, formatasi presso l’Ecole d’Architecture di Paris-Malaquais, Laura Gonzalez è autrice di numerosi progetti nella capitale francese dove ha firmato tra i più trendy locali della città.

La sua progettazione fonde i più svariati riferimenti classici rivisitati sul metro di un immaginario lussureggiante ma abilmente padroneggiato.”Ho bisogno che i luoghi abbiano un’anima” – dichiara –  e questo è il programma che la applica brillantemente a tutti gli ambienti oggetto delle creazioni del suo studio, aperto nel 2008.

Con uno stile che reinterpreta il classico ha segnato con un’impronta inconfondibile ristoranti, bar, hotel e negozi: dal restyling di Alcazar, l’Hotel Christine e la brasserie La Lorraine, alla ideazione ex novo del 86 Champs, del Manko e del Noto, piuttosto che dei negozi Louboutin a Barcellona e Amsterdam come delle boutique Cartier di Stoccolma, Zurigo e Londra.

Laura Gonzalez non trova eguali per l’abilità di mixare con il giusto equilibrio tessuti, motivi, materiali, colori, epoche, tendenze. È nato in questo modo il suo stile che si è arricchito negli anni grazie a molteplici collaborazioni con i migliori artigiani di Francia, marmisti , ebanisti , vetrai , soffiatori di vetro, specialisti del mosaico e della lacca.

Mobili LG

Attualmente sta lavorando alla la ristrutturazione nella campagna del Vexin di una dimora padronale che diventerà il suo showroom. “Uno spazio per vivere” – dice – concepito per ricevere clienti e collaboratori, artigiani, chef e giornalisti, la dimora sarà arredata con una messa in scena di oggetti recuperati uno ad uno, abbinati alla sua nuova collezione di mobili, divani, lampade, tavoli.

“Un arredamento che mi assomiglia  – racconta -, dove tutto è fatto su misura, dove si potrà scegliere il colore di una sedia o la combinazione dei tessuti per una poltroncina”. I mobili della collezione saranno affiancati da pezzi unici, realizzati a mano in collaborazione con i migliori artigiani-artisti, come un backgammon di onice e una lampada di ossidiana. Rendez-vous a novembre per l’apertura!

Rising Talent Awards – USA

Anche i lavori di un piccolo drappello di designers americani saranno i protagonisti della prossima edizione dei Rising Talent Awards. Le precedenti edizioni hanno premiato la creatività di Regno Unito, Italia, Libano e Cina, mentre in questa edizione una giuria illustre ha preso in esame il design americano e selezionato sei tra professionisti e studi accomunati da competenze d’eccezione e una carriera promettente.

Tra loro ci saranno: una lighting designer capace di immaginare ambienti colmi di fiori e bolle di cristallo, un product designer la cui forza creativa ha radici nel Midwest industriale, una coppia di cugini che seguono la loro vocazione artistica nel realizzare arredi scultorei in metallo.

Dopo esserci concentrati su Europa, Medio Oriente e Asia abbiamo deciso di orientarci verso un altro grande polo del design mondiale”, così si esprime Philippe Brocart, Managing Director di SAFI, la società che organizza MAISON&OBJET. “Le dimensioni e la diversità culturale degli Stati Uniti danno vita a risultati progettuali notevoli, per questo siamo entusiasti di accogliere a Parigi il prossimo settembre una generazione di designer in divenire, insieme alle molteplici correnti che li influenzano“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here