Chungha Building: il nuovo progetto MVRDV a Seoul

Pochissimo tempo prima che una canzone pop coreana, per la prima volta nella storia, conquistasse l’intero pianeta grazie a Youtube, e che il gangnam diventasse famoso in tutto il mondo come luogo di ritrovo dei nouveau riches della capitale sudcoreana Seoul, Woon Nam Management Ltd ha commissionato a MVRDV il restyling di un edificio in Apgujung Road, la strada chic del Gangnam. Completato nel 1980, l’edificio Chungha era già allora obsoleto per una via che vantava i principali negozi di alta moda. La trasformazione, che prevedeva l’aggiunta di un livello, è stata realizzata in soli nove mesi. L’edificio Chungha era ormai un dente guasto in mezzo a un paesaggio urbano in rapido mutamento, con negozi di singoli marchi, mentre il Chungha ospita più marchi al suo interno. Sulla facciata precedente, una giungla di font diversi che facevano a pugni per attirare l’attenzione dei passanti, e la superficie in pietra naturale di color beige deturpata dai messaggi commerciali. Ora il piano terra ospita il marchio francese di pelletteria Louis Quatorze, mentre i piani superiori sono occupati dagli uffici di un’agenzia che organizza cerimonie di nozze, dalla società di manutenzione del cliente e da due studi di chirurgia plastica.

La discrezione richiesta dai clienti dei chirurghi condizionava l’aspetto dell’edificio: le finestre erano sigillate ermeticamente, il che contribuiva a dare alla struttura un aspetto usurato. L’idea alla base della nuova facciata è semplice ed efficace: Chungha è un edificio dall’identità multipla, ora trasformato in una carrellata di vetrine commerciali, in modo che ogni negozio rappresentato sulla facciata riceva uno spazio adeguato alla propria esposizione. La facciata stessa diventa una sorta di pubblicità e per questo risulta, paradossalmente, più onesta. Le strutture curvilinee apparivano la scelta migliore, dato il notevole numero di vetrine; per contornare le curve sono state quindi utilizzate tessere di mosaico. Le luci LED fanno cambiare aspetto all’edificio. MVRDV ha avuto nove mesi di tempo per completare il restauro. Un’altra difficoltà era data dalle dimensioni limitate del sito di costruzione: cinque piani in altezza, con una larghezza di appena 2,5 metri nel punto di maggiore ampiezza. Gli operai hanno dovuto improvvisarsi equilibristi e stringersi entro spazi angusti. Dopo l’inaugurazione, l’edificio appare rinato, con le larghe finestre ricoperte di poster trasparenti, che offrono spazio per cambi di brand identity e sufficiente discrezione per i clienti del chirurgo plastico. Un’estensione del 10% sopra l’ultimo piano sarà trasformata in un caffè con terrazze esterne, per una superficie complessiva di 820 mq. Le tessere della facciata esterna, simili a schiuma bianca se osservate da vicino, e a pietra bianca liscia da lontano, sono state utilizzate anche per il marciapiede e per l’atrio.


Related Posts

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

4,362FansLike
2,241FollowersFollow
100SubscribersSubscribe

Recent Stories