Passione Francia! Il tema di Maison&Objet, gennaio 2019

0
29

“Excuse my French!” è ii claim legato all’edizione di Maison&Objet – gennaio 2019, e rappresenta il tema scelto da Nelly Rodi, agenzia di consulenza per l’innovazione e la creatività, che ogni anno analizza le ultime tendenze delle abitudini dei consumatori alla luce dei fenomeni sociologici e incapsula il risultato in un concept che caratterizza ogni edizione dei due appuntamenti annuali di M&O.

Il significato profondo di questa battuta si collega al fenomeno molto concreto del nuovo interesse a livello globale per tutto ciò che è francese. “In questo momento sulla scena internazionale c’è una rinnovata curiosità per i francesi, una sorta di fascinazione“, afferma Vincent Grégoire, direttore creativo del Dipartimento Lifestyle dell’agenzia internazionale. Per lui, il fenomeno è collegato alla globalizzazione: “In un mondo in cui le cose si stanno standardizzando, le persone cercano qualcosa di diverso“.

Proprio Maison&Objet, la fiera parigina per eccellenza, l’appuntamento internazionale dei professionisti dell’art de vivre, dell’arredamento e del design con i suoi quasi 3.000 marchi e oltre 90.000 visitatori, di cui il 50% internazionali, è forse l’occasione migliore per cogliere questo innamoramento collettivo. Al visitatore straniero si offre l’opportunità di scoprire nuovi marchi e designer francesi, mentre tutti potranno scoprire strumenti per sfruttare appieno il fenomeno del Made in France.

Se è vero che la Francia è stata a lungo un punto di riferimento globale nei settori di arte, moda, design e stile di vita, per molti è semplicemente l’epitome dell’eleganza. Pensiamo a Catherine Deneuve o al castello di Versailles! Clichés a parte, Vincent Grégoire mette in luce una serie di fattori responsabili della rinnovata rinascita del paese.

In primo piano ci sono le numerose piccole aziende, le cosiddette Petites Maisons, capaci di reinterpretare il savoir-faire tradizionale con linee di prodotti caratterizzate da innovazione ed esclusività. Sta emergendo inoltre una Nouvelle Vague di creativi aperti a influenze multiculturali che scuotono il tradizionale french chic iniettando ispirazioni provenienti dall’esterno in un continuo sviluppo di nuovi mood caratterizzati da fusion e mix’n’match.

Anche l’industria hi-tech francese fornisce un impatto non trascurabile: Parigi ospita il più grande campus di start-up del mondo, la Station F, e le aziende d’oltralpe sono protagoniste nei settori delle nuove tecnologie che stanno apportando cambiamenti rivoluzionari nell’ambiente domestico. Il mondo del design, nel contempo è ricco di figure il cui stile potrebbe essere descritto come “Classic With A Twist“. Si tratta di personalità che portano con sé le note tipicamente francesi di irriverenza e audacia, eccentricità e stravaganza riconoscibili nel mood originale di ogni loro lavoro.

Durante l’edizione di M&O di gennaio, tutte queste istanze saranno riassunte e rese visibili al Trend Forum, uno spazio di 250 metri quadrati nel padiglione 7 dove sarà in mostra una selezione di prodotti che intendono rappresentare l’essenza della nuova scena francese. L’allestimento sarà ispirato alla Galleria degli Specchi di Versailles, con l’aggiunta di un tocco di impertinenza alla francese. Un piccolo camion sarà parcheggiato al centro dell’ambiente e un certo numero di oggetti contemporanei si contrapporrà deliberatamente all’ambientazione classica.

Elementi dirompenti, dissonanze e spirito di contraddizione sono parte integrante di quel je ne sais quoi che vogliamo illustrare“, promette Vincent Grégoire.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here