Findomestic: la sosteniblità guida i consumi

Quale l’andamento dei consumi e quali i driver che li guidano? Dai dati dell’Osservatorio di Findomestic presentato a fine 2016 emerge una grande attenzione verso il concetto di sostenibilità, sia dal lato dei consumatori, che da quello delle aziende. I consumatori oggi hanno generalmente un atteggiamento molto selettivo ed esigente: 7 su 10 infatti premiano le aziende che investono in sostenibilità, pagando di più i loro prodotti. In effetti la qualità intesa in senso lato (61%) è oggi il valore guida degli italiani quando fanno acquisti, davanti al prezzo (58%) e alle promozioni (40%), capovolgendo un paradigma che spesso vedeva il fattore economico come elemento discriminante; l’indagine rileva poi come ben l’87% degli intervistati scelga marchi di fiducia, possibilmente italiani, meglio se con una buona reputazione.

Per quanto riguarda l’andamento dei singoli mercati nel mondo della casa la spesa dei beni durevoli conferma la ripresa sul fatturato sperimentata lo scorso anno (+3,1% in valore) anche se con andamenti differenti nei vari ambiti. In particolare, l’analisi del settore dei piccoli elettrodomestici ha rilevato che, dopo l’andamento brillante registrato lo scorso anno, si notano per il 2016 segnali di rallentamento con una dinamica di 3,6% in valore e 1,7% in volumi.

La previsione sull’anno include un’ipotesi di leggero rafforzamento della crescita, rispetto ai dati rilevati da GfK Retail and Technology nei primi 9 mesi del 2016, per effetto della stagionalità della domanda nell’ultimo periodo dell’anno. Il segmento di “preparazione del cibo”, in particolare, evidenzia una battuta d’arresto in valori (-0,1%) e un calo sui volumi (-2,2%). Quasi tutti i prodotti contribuiscono negativamente e in particolare le Kitchen Machines, evidenziano una riduzione sul fatturato del 12% e sui volumi di vendita del 23%.

In compenso gli apparecchi per i succhi e gli smoothies segnalano una dinamica brillante (+45% a valore e +15% in volumi), che rafforza il trend già in atto e consente loro di conquistare quote sul comparto nel giro di pochi anni. Le motivazioni delle nuove scelte di acquisto dei consumatori vanno ricercate in campo sociale e quindi nell’affermazione di nuovi stili di vita, nel cambiamento delle abitudini alimentari, nella diffusione di una cultura salutista che premia frutta e verdura e quindi nella stagionalità (periodo estivo) che influenza positivamente la dinamica di tali prodotti. Da segnalare anche la buona performance degli apparecchi per la preparazione di bevande calde che incrementano la crescita già sperimentata in passato e i cui risultati sono da attribuirsi in gran parte alle macchine espresso.

Bene anche i mobili. Nel 2016 è continuata la ripresa (+1,1% in volumi e +2% in valore) del mercato dei mobili grazie al rafforzamento della crescita dei redditi e alla proroga del bonus fiscale, affiancandosi alla ripresa del mercato immobiliare.

Related Posts

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

4,362FansLike
2,264FollowersFollow
100SubscribersSubscribe

Recent Stories