ART ha presentato i dati di settore 2023

Il mercato italiano cresce: rapporto qualita/prezzo e sostenibilità guidano i consumatori

Il mercato italiano degli articoli per la tavola, la cucina e la decorazione della casa vale 7,62 miliardi di euro nel 2023 e prosegue il trend positivo degli ultimi anni, trainato in modo particolare dal settore cucina (che registra un incremento dell’11,9% rispetto al 2020). I segmenti cucina e tavola valgono 6,67 miliardi contro i 6,06 rilevati nel 2020, mentre l’oggettistica per la casa, non rilevata nel 2020, vale quasi un miliardo di euro. Questo è il dato diffuso all’inizio del mese di maggio da ART – Arti della Tavola e del Regalo presentando la terza edizione del proprio Osservatorio sui consumi realizzato da Format Research.

Dalla ricerca emergono alcune indicazioni di grande interesse:

  • Nel 2023, nove consumatori su dieci hanno acquistato almeno un articolo da tavola, da cucina o oggettistica da casa.
  • I canali di acquisto maggiormente utilizzati sono stati le catene di negozi specializzate in settore casa, i canali On line, la GDO. Seguono le catene di negozi di elettronica ed il dettaglio tradizionale.
  • Tra i driver prevalenti di scelta del punto di vendita dove effettuare gli acquisti emergono il prezzo dei prodotti (50,2%), la presenza di offerte promozionali e sconti (46,6%) e la profondità di assortimento di tutte le fasce di prezzo (30,5%).
  • Le motivazioni principali che spingono all’acquisto sono il desiderio di aggiornare o sostituire i vecchi oggetti domestici (59%), acquistare oggetti che non si possiedono (48%) e soddisfare una passione per la cucina (23%).
  • L’attenzione verso la sostenibilità risulta un driver importante: il 52,7% dei consumatori ritiene che sia abbastanza o molto importante che il brand si presenti come sostenibile. Tra questi, il 10,8% privilegia la sostenibilità a discapito del prezzo ed il 30,4% sarebbe disposto a pagare un sovrapprezzo per prodotti di imprese che promuovono la sostenibilità.
  • Il canale Promozionale sta diventando sempre più importante: nel 2023 è stato utilizzato dal 12,5% dei consumatori italiani (+5,1% rispetto al 2020).

«Il contesto attuale resta certamente problematico a causa di molti fattori, soprattutto esterni al nostro comparto – afferma il Presidente Maino – ma i dati che emergono dal nostro Osservatorio sono certamente confortanti. Il mercato “tiene” perché il consumatore è sempre molto interessato ai nostri prodotti. La partita si gioca sul delicato equilibrio tra qualità e prezzo e sul ruolo sempre più importante della sostenibilità. Non sempre il consumatore è in grado di cogliere le ragioni di prezzi differenti per articoli solo apparentemente simili e su questo dovremo certamente lavorare. Resta la soddisfazione di un grado di interesse che resta alto e che dovremo essere bravi a coltivare».

A margine della presentazione, ART ha illustrato anche il Report sul Sentiment delle imprese associate rilevato alla fine del primo trimestre 2024, dal quale emerge, accanto a segnali di flessione delle vendite, un atteggiamento di attesa da parte delle imprese che confidano in una seconda parte dell’anno capace di frenare il trend attuale, in corso da oltre un semestre. Grande interesse, infine, per il focus dedicato al canale Promozionale, che sta registrando tassi di crescita significativi dovuti ad un marcato interesse dimostrato dal consumatore italiano per i programmi di loyalty dedicati al comparto degli articoli per la tavola, la cucina e la casa.

SCARICA LA SINTESI DELLA RICERCA

Related Posts

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

4,362FansLike
2,241FollowersFollow
100SubscribersSubscribe

Recent Stories