Tre nuove collezioni per Infinito Design firmate da Meneghello Paolelli

Un perfetto connubio fra product design e food d’autore

Nel 2024 prende avvio la prima collaborazione con Infinito Design, azienda che realizza soluzioni
d’arredo per la tavola, attraverso collezioni di piatti in materiali innovativi come il Krion K-life Solid
Surface che raccontano uno stile moderno ed elegante.
Per il nostro studio Meneghello Paolelli, specializzato nel product design, si è trattato di un’opportunità nuova e di un
progetto inedito che ci ha portato a disegnare delle collezioni tableware che si proponessero come
oggetti indissolubilmente legati al food e al risultato finale a cui tendono professionisti della
ristorazione e le eccellenze del Food & Beverage.
Linee contemporanee pensate per creare una scenografia a tavola e un’interazione e un dialogo
con il cibo.
Da questa prima sinergia hanno preso forma tre diverse collezioni di piatti: Opera, Gemini e
Imperfetto.
OPERA
Opera è una linea di piatti di forma quadrata pensati come una cornici di un quadro, progettati per
mettere al centro il cibo, il vero protagonista della tavola ed espressione della creatività dello chef.
Il design dei piatti Opera prende ispirazione dal cartoncino tagliato a 45° usato come passe-partout
per dare risalto alle stampe o alle opere d’arte.
Il passe-partout / bordo laterale che potrebbe sembrare uno spazio sprecato è fondamentale per
concentrare l’attenzione al centro del piatto.


GEMINI
La collezione Gemini parte da un disegno minimale della forma, che assume un significato nuovo
attraverso l’accostamento di un colore diverso al bianco, il grigio chiaro.
Il cerchio del piatto è diviso in due aree, asimmetriche fra loro, che possono essere sfruttate a
discrezione dello chef per creare un dialogo tra due cibi diversi o complementari.
Nel disegno dei piatti abbiamo sfruttato tutte le proprietà del Krion, un solid surface che consente
di saldare in maniera perfetta le lastre di diversi colori e finiture.


IMPERFETTO
Nella linea di piatti Imperfetto, il bordo esterno al cerchio non si chiude perfettamente: un dettaglio,
un’imperfezione che rende il progetto allo stesso tempo semplice e riconoscibile
Questo dettaglio permette di dare una direzione al piatto, che può essere decisa a piacere a
seconda della preparazione della tavola.

Related Posts

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

4,240FansLike
2,199FollowersFollow
100SubscribersSubscribe

Recent Stories