Sempre Kartell, anche fuori casa

0
197

Con l’estate in arrivo e temperature roventi imminenti, sono già pronte le proposte Kartell con tutta una gamma di prodotti appositamente pensati o declinati per gli spazi all’aperto. Per vivere questa nuova stagione al fresco in giardino, a bordo piscina o in terrazza.

La collezione Kartell outdoor comprende arredi e complementi unici per qualità, innovazione e creatività, ideali nei dehors, sia domestici che pubblici, grazie a materiali e tessuti appositamente studiati per gli esterni.

1BE BOP

Be bop di Ludovica + Roberto Palomba è un progetto che fonde insieme linguaggi diversi. Una poltrona che mescola più espressioni in un unico lessico, riprendendo le linee dei più tradizionali sgabelli scolpiti dell’Africa mixate all’America degli anni d’oro del design, riprendendo il concetto del multistrato curvato. Il risultato è un progetto colto e al contempo selvaggio: non a caso Be bop, il suo nome, rappresenta quel movimento Jazz caratterizzato da tempi molto veloci e da elaborazioni armoniche innovative. La poltroncina presenta una straordinaria ergonomia delle linee caratterizzate da un’ampia seduta curvata per garantire il massimo comfort. Be bop è disponibile nei colori bianco, grigio e nero.

2SMATRIK

La poltroncina e il nuovissimo sgabello fanno parte della famiglia di sedute creata da Tokujin Yoshioka. Sono realizzati con uno stampo che permette di ricreare una rete tridimensionale, sovrapposta e incrociata in cui grazie alla particolare tecnologia a iniezione, gli strati di policarbonato trasparente o colorato in massa creano una struttura monostampata che simula, nelle forme, una rete metallica, abbinata a una struttura inox verniciato nella versione per esterno. Disponibili nelle combinazioni di colori/struttura bianco/bianco, nero/nero, prugna/prugna per la poltroncina e bianco/bianco, nero/nero per lo sgabello.

3CARA

Nella poltrona Cara di Philippe Starck si incontrano e si mescolano il rigore delle linee classiche e la confortevolezza della seduta. Una sintesi perfetta di formalismo e innovazione tecnologica, per un prodotto industriale d’autore che ampia la gamma del soft di Kartell. La struttura è proposta nei colori avorio, verde pallido, ruggine e nero, da combinare ai cuscini studiati per l’utilizzo outdoor con diverse fantasie rigate.

4POP

POP è il primo divano modulare “ripetibile all’infinito”. Facilmente smontabile, realizzato con tecnologia industriale, Pop è composto da moduli uguali monoposto, in policarbonato trasparente, accostabili l’uno all’altro, per formare così la struttura rigida del divano: schienale, seduta (anch’essa costituita da doghe in plastica) e braccioli. Pop si propone come un imbottito industriale confortevole e indistruttibile, in grado di sopportare urti e usi pesanti. Gli ampi e morbidi cuscini in piuma d’oca sono disponibili in diversi rivestimenti, ora anche in nuove versioni specificatamente studiate per l’utilizzo outdoor, che li rendono più resistenti allo scolorimento dovuto ai raggi solari e agli agenti atmosferici in genere. I tessuti, proposti nelle versioni rigate, hanno un finissaggio che li rende idro e oleorepellenti, favorendo facilmente l’eliminazione delle macchie.

5LIGHTING KARTELL

Anche il lighting Kartell strizza l’occhio all’outdoor con delle proposte specificatamente studiate per resistere all’aria aperta. BIG BATTERY è la versione maxi dell’abat-jour creata da Ferruccio Laviani, dimmerabile e ricaricabile al 100% ha un’autonomia di 8 ore. Come per la versione mini, questo le consente di essere spostata con grande facilità: ideale dunque per il contract, l’utilizzo in caffè o ristoranti all’aperto, ma anche per la casa, i comodini e gli angoli di atmosfera. SPACE di Adam Tihany richiama le forme dello Space Needle, la torre che ha reso celebre lo skyline di Seattle, una lampada originale, dallobdisponibile nella variante cromato per l’utilizzo all’aperto. LANTERN, firmata da Fabio Novembre, è una lampada a led portatile, una “lanterna ricaricabile” trasparente, stampata a iniezione, che si ricarica appoggiandosi a una base conduttrice, dalla quale la luce viene proiettata con un effetto grafico del design. Anche la famiglia delle lampade KABUKI di Ferruccio Laviani ha la sua declinazione per gli spazi esterni la particolare struttura a trama della lampada, ispirata al pizzo e ricreata grazie a una tecnologia a iniezione molto sofisticata, caratterizzata da una superficie traforata da cui si diffonde la luce.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here