Villeroy&Boch: un brand setter

Pierluigi Sgarabotto

Villeroy&Boch si è presentata nel 2016 con una proposta prodotto realmente innovativa. Un concetto di tableware profondamente legato al tema food declinato secondo differenti modalità. Ci può spiegare questo progetto?
Grazie ai valori di cui è espressione e alla possibilità di poter contare su un centro di ricerca e sviluppo d’avanguardia Villeroy&Boch è in grado di svolgere il ruolo di trend setter. E da questa consapevolezza nascono anche i Concept food presentati durante le recenti manife- stazioni fieristiche. Siamo partiti dall’analisi delle abitudini alimentari in 150 Paesi per ela- borare quattro temi – Pasta, Pizza, Barbecue, Soup – intorno cui costruire “nuovi mondi” il cui obiettivo è presentare un’idea di tableware, emozionale, giovane e fruibile. Si tratta di temi che raccontano stili di vita che i dettaglianti potrebbero declinare in differenti periodi dell’anno legandoli, ad esempio, alla stagionalità, andando così a costruire momenti di ven- dita. Possono essere “mixati” creando esperienze tailor made e interpretando le speci- ficità dei vari territori facendo vivere la variegata cultura alimentare del nostro Paese. Non a caso il claim del progetto è “Save the taste” e l’Italia in tema di gusto è una realtà uni- ca!

In che modo può essere raccontato nel punto vendita? 
Per raccontare questi concetti nel punto vendita abbiamo realizzato dispaly esplicativi ma anche emozionali, soprattutto modulabili, con la possibilità di essere interpretati in progress. Non solo, puntiamo su testimonial riconosciuti internazionalmente in grado di parlare il linguaggio del pubblico per attrarne l’attenzione.

Quali gli altri temi protagonisti delle proposte prodotto 2016 di Villeroy&Boch?
Gli altri due temi in cui si declina il nostro percorso sono la Tavola, elegante, ma sempre creativa ed accessibile, e il Gift, inteso come ricorrenze (con ad esempio il mondo Christmas) ma anche come bomboniere e nuovi target (ad esempio grande successo sta ottenendo il Kids).

A livello di strategie retail quali sono gli obiettivi che vi state ponendo?
Per quanto riguarda il retail diretto siamo attualmente coperti nei mercati maturi, mentre pun- tiamo a realizzare nuove aperture in quelli emergenti. L’obiettivo degli store diretti èdi diffondere la brand awareness con ricadute positive su tutti i partner distributivi, in particolare il dettaglio.

Come un brand come il vostro può contribuire alla crescita culturale del settore?
Siamo consapevoli del ruolo del nostro brand. Un ruolo che ci deriva sia dalla nostra storia, sia dalla continua ricerca, sia dalla possibilità di avere una visione a 360 gradi nel mondo dell’a- bitare e del lifestyle, grazie anche alla nostra duplice area di pertinenza (siamo presenti anche nel Bath &Wellness). Presentiamo sempre proposte ricche di contenuti di valore in grado di far crescere realmente l’intero settore. Ad esempio per quanto riguarda le collezioni Kids, sono stati realizzate serie cartoon visibili su YouTube che spiegano in maniera facile e divertente i corretti stili alimentari. Questo è un esempio che mostra come sia orientata la nostra mission: realizzare prodotti e nello stesso tempo fare cultura, rendendoci partner dei nostri clienti.

Related Posts

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

4,240FansLike
2,202FollowersFollow
100SubscribersSubscribe

Recent Stories