Trio di fiere in crescita: ecco le novità per il 2024

Quali sono le novità delle principali fiere internazionali del largo consumo Ambiente, Christmasworld e Creativeworld per il 2024?
I due vicepresidenti delle Fiere dei Beni di Consumo, Julia Uherek e Philipp Ferger, lo rivelano in diretta nella conferenza stampa internazionale

“Il livello di registrazione è eccellente per tutte e tre le fiere – siamo già in overbooking in termini di spazio”, afferma Ferger. Con un’alta densità di espositori scandinavi, la prossima edizione di Ambiente sarà il fulcro del design scandinavo, ma un altro punto focale sarà rappresentato dal design giapponese.

Philipp Ferger, Vice President Consumer Goods Fairs

“Stiamo crescendo sia qualitativamente sia quantitativamente: in termini di superficie, ci stiamo espandendo con tre nuovi livelli di padiglioni – ha affermato Philipp Ferger -. Inoltre, stiamo creando maggiore spazio per i nostri espositori”. Ad esempio, HoReCa Academy si sposta dal padiglione 11 al foyer dello stesso padiglione. La struttura di successo dei padiglioni sarà mantenuta, ma con ottimizzazioni che semplificheranno ulteriormente il percorso per i diversi gruppi target di acquirenti. Verranno ampliate le aree di Ambiente Dining e Working e anche l’area del Global Sourcing. Qui aumenterà l’offerta nel segmento Table (10.2) e Office & Stationery (10.0). Parte delle decorazioni natalizie e stagionali si sposterà nel padiglione 6.2.
I percorsi ottimizzati per Christmasworld e l’ulteriore vicinanza alle gamme di prodotti sovrapposte di Ambiente Giving (4.2) creeranno ancora più sinergie e potenziale per nuovi contatti.

2023 Ambiente-Dining

Un ricco programma di attività
“Per il 2024 stiamo progettando una nuova organizzazione per il nostro programma di supporto: stiamo introducendo giornate monotematiche per meglio raccogliere e servire i flussi di visitatori che conosciamo”, spiega Julia Uherek. Ad esempio, tutte le cerimonie di premiazione si svolgeranno il venerdì, il giorno dei premi.

Julia Uherek, Vice President Consumer Goods Fairs

In futuro, il sabato sarà il Designer Day dove cinque designer affronteranno il tema del design da diverse prospettive.
La domenica sarà incentrata sul commercio.
Il lunedì sarà proclamato Hotelier’s Day, per rispondere in modo specifico alle esigenze di albergatori, ristoratori, chef e F&B manager nella crescente sezione Hospitality di Ambiente.
“A tal fine, abbiamo in programma un progetto entusiasmante: Jozef Youssef, il pluripremiato celebrity chef e forza creativa dello studio di design Kitchen Theory, condurrà un sondaggio in esclusiva per Ambiente e condividerà i suoi risultati in diretta con il settore”, rivela il vicepresidente. Un altro evento da non perdere è l’allestimento di punta di Christmasworld. Il duo di designer 2Dezign crea un effetto wow assoluto con Decoration Unlimited: con il nuovo motto “Mystic Vibes”, gli esperti Rudi Tuinman e Pascal Koeleman mostreranno come il punto vendita possa essere allestito per attirare l’attenzione.

Focus sul design: segnale di partenza per “The Lounge” e “Ambiente Designer” 2024
Ambiente 2024 prenderà il via con un’altra attrazione: “Possiamo già rivelarlo: la designer milanese Elena Salmistraro è la “Ambiente Designer 2024”. Con “The Lounge”, progetterà una presentazione speciale nella Galleria 1 creando un’interfaccia tematica tra interior design e HoReCa. Siamo lieti di unire le forze con lei per dare il via al 2024”, spiega Uherek. Questo è il segnale d’inizio di un progetto in corso: ogni anno, Ambiente selezionerà un designer emergente con una presentazione speciale progettata in esclusiva. Salmistraro ha commentato: “Sono molto contenta di partecipare per la prima volta ad Ambiente a Francoforte e di disegnare l’emozionante progetto “The Lounge”. Ho scelto un tema che offre una prospettiva innovativa, non attraverso un approccio formalmente rigoroso, ma con uno sguardo scanzonato sul design contemporaneo e un’attenzione alla ricerca della felicità.” A lungo termine, si prevede di creare una comunità di designer con i numerosi designer e giovani talenti presenti ad Ambiente. “Ambiente sarà ancora una volta il luogo di incontro della scena internazionale dei designer. Qui c’è l’industria, qui ci sono i designer e noi li riuniamo”, dice Uherek.

Tra etico e digitale
Soprattutto è il tema della sostenibilità ad essere costantemente promosso: il programma “Ethical Style” delle tre fiere identifica gli espositori con prodotti ecologici e sociali. Una giuria indipendente di esperti internazionali esaminerà e selezionerà le aziende che possono partecipare iscrivendosi entro il 24 novembre. L’etichetta apposta sugli stand e nella ricerca online degli espositori farà incontrare domanda e offerta. “La novità è che presenteremo la selezione della giuria su due grandi Ethical Style Spot all’interno dell’area. Gli spot raggrupperanno i prodotti delle tre fiere e li metteranno in visione per dare impulso alla presentazione dei prodotti nel punto vendita. Vogliamo sensibilizzare gli operatori sull’importante tema della sostenibilità, orientato al futuro”, spiega il vicepresidente. Inoltre, il tema della sostenibilità sarà presente in diverse conferenze e presentazioni nel programma di supporto di tutti e tre gli eventi.
Infine, non poteva mancare il tema della digitalizzazione. Per questo importanti operatori di mercato, produttori e rivenditori si presenteranno ancora una volta nell’area Digital Retail by media. Nella Galleria 0 saranno a disposizione per rispondere alle domande dei rivenditori, offrire assistenza, informazioni e interessanti opportunità per vari servizi digitali.

Related Posts

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

4,240FansLike
2,199FollowersFollow
100SubscribersSubscribe

Recent Stories