Switch On: oggetti protagonisti della rivoluzione in casa

 

In occasione della XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano e della Milano Design Week, l’evoluzione degli strumenti per la casa sarà protagonista della mostra “Switch On. Dal manodomestico all’elettrodomestico”, aperta al pubblico negli spazi della Biblioteca Umanistica dell’Incoronata, Milano.

Il progetto, a cura di Anty Pansera e Mariateresa Chirico, dietro ideazione di Sarah Spinelli – Studio Pixel, vuole ripercorre il mutamento degli stili di vita domestica attraverso l’esposizione raccontata di “quegli oggetti – a mano e funzionanti attraverso l’elettricità – che più di tutti hanno rappresentano il concetto di ‘rivoluzione’ nella casa”.

A partire dai primi del ‘900 fino ai giorni nostri, quali sono gli attrezzi hanno cambiato il modo di gestire l’ambiente casalingo grazie anche all’avvento dell’elettricità e come hanno modificato il ruolo della donna dentro e fuori le mura domestiche?

Lo racconteranno i molti pezzi esposti  in mostra:  varie tipologie di oggetti per differenti usi – per pulire casa, per preparare e cuocere e per conservare – che si legano ai grandi marchi di ora come allora, da Alessi a Folletto passando per Elica.

Folletto
Aspirapolvere VK (anni ’30) di Folletto
Alessi
Disegno di Richard Sapper (2000), della per la caffettiera espresso elettrica per Alessi
Pescecappa di Elica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel 1930 viene presentata La Casa Elettrica alla IV Esposizione Internazionale delle arti decorative e industriali di Monza che diventa il simbolo della modernità con l’introduzione dell’elettrificazione domestica in ogni ambiente. Da quel momento e soprattutto dopo la fine della II guerra mondiale, gli elettrodomestici entrano nelle case degli italiani, grazie anche al ruolo fondamentale svolto dalla pubblicità nel promuovere un nuovo stile di vita.

mostra SwitchOn
La Casa Elettrica

In mostra perciò anche documenti d’epoca, campagne pubblicitarie e riviste, a testimoniare i cambiamenti sociali avvenuti. Un’occasione unica, sia per addetti ai lavori sia per il grande pubblico, per conoscere l’avvincente storia di questi prodotti, che hanno fatto anche un po’ la storia dell’Italia, e non solo, dal primo dopoguerra in poi.

Quanto esposto lascerà comunque un interrogativo: i manodomestici sono veramente scomparsi?

 

Informazioni mostra:

Sede Corso Garibaldi 116, Milano

Orari:  dalle 11 alle 22

Ingresso libero

Related Posts

Comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

4,362FansLike
2,241FollowersFollow
100SubscribersSubscribe

Recent Stories