Rompere le convenzioni per un nuovo concetto di tavola

0
122
tavola

Sulla tavola scopriamo creatività, personalizzazione ma anche attenzione alla qualità per un settore sempre più lifestyle.

tavolaCon Edoardo Mantovani, country manager Italy, Spain and Portugal di Villeroy & Boch facciamo il punto sull’attuale scenario del mercato.
Arriviamo da un 2021 estremamente positivo (crescita del 30%) e i primi mesi del 2022 hanno confermato questo andamento. Anche l’assortimento natalizio è andato molto bene. Nonostante gli aumenti di listino che a b b i a m o applicato, m o t i v a t i  dall’attuale situazione economico-politica, abbiamo riscontrato un aumento delle
vendite a valore del 20% circa.

In che modo Villeroy & Boch sta interpretando questa maggiore attenzione
verso la domesticità?
Il punto di partenza del nostro new deal è stato il successo che abbiamo riscontrato
con la collezione Manufacture Rock. Un piatto nero, di forma organica che evoca
la pietra, con un forte impatto emozionale, che si presta ad essere mixato ad elementi di altre collezioni, è diventato un must in tutti i mercati ed in tutti i nostri canali. Concretizza quel concetto di una nuova interpretazione della tavola personalizzata e creativa basata sul mix and match. Un’idea di prodotto che ha trainato al successo anche altre collezioni con una immagine decisa e dirompente come La Boule in versione nera o la linea NewMoon. Un percorso innovativo che ci ha portato a raggiungere l’obiettivo
che ci eravamo posti rendere Villeroy & Boch un brand lifestyle.

Oggetti nomadi, dalla tavola alla casa. Interpretazioni lifestyle delle collezioni Villeroy & Boch

Nel 2022 proseguiremo questo percorso puntando anche sulla riscoperta di collezioni Heritage da riattualizzare con nuovi accostamenti stilistici. Ma anche, ad esempio, inaspettati utilizzi… ispirazioni che in qualità di brand trendsetter vogliamo proporre ai
retailer perchè possano intercettare nuovi mondi e nuovi target. Sono piccoli segnali che contribuiscono però a rendere più attuale e più vicina alla sensibilità contemporanea l’immagine del settore.

Quali i percorsi di innovazione su cui state puntando?
Un tema su cui vogliamo lavorare è il Gift. Siamo convinti che il tema regalo, sia fondamentale per creare traffico nel punto vendita, per fidelizzare la clientela. Stiamo realizzando nuove proposte come mug, vasi, portacandele, lanterne…

In qualità di osservatori privilegiati, quali i trend che si stanno delineando nell’ambito casa?
Noto un’attenzione verso la qualità, i materiali importanti. La riscoperta della bone china, della porcellana come materiale da usare e non da tenere nascosto in una credenza. Altrettanto evidente è il tema della personalizzazione che si esprime, nel caso dell’allestimento della tavola, nel desiderio di mixare colori, decori, stili secondo il proprio gusto, ma anche cercando di valutare la personalità degli ospiti. Per questo consiglio ai retailer di non forzare le vendite dei sei posti, ma di proporre, ad esempio, i quattro
posti, facendoli vivere come una possibilità di attivare upgrade, delineando una tavola creativa sempre in progress che consente di interpretare il momento del convivio, sempre con fantasia e creatività dando vita a vendite aggiuntive.

Parliamo di digitale: Villeroy&Boch ha creduto molto in questa forma di comunicazione come si evolverà?
Sicuramente quanto abbiamo imparato e sperimentato a livello di digitale resterà come un know how indispensabile. Però niente può sostituire il valore qualitativo che nasce da uno scambio di idee, da un confronto live.

Il digitale resterà una modalità fondamentale per gestire alcune tipologie di incontri da un punto di vista quantitativo e per interpretare nuove formule di comunicazione. Proprio
per questo stiamo attivando un progetto di formazione digitale per i retailer con
l’obbiettivo di supportare nella crescita delle competenze questo canale che è
fondamentale. Abbiamo attivato il B2B Portal (con il 20% dei clienti già registrati), uno strumento di lavoro attivo 24 ore su 24 attraverso cui i clienti possono controllare la loro posizione, inserire e tracciare gli ordini, verificare le scorte di magazzino… ed anche trovare immagini e contenuti che li aiutino nella comunicazione. Un elemento attraverso cui vogliamo contribuire a far crescere il dettaglio convinti che, se gli store si qualificano e puntano all’innovazione, ne traggono beneficio tutte le aziende del settore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here