Lo stile dirompente di Iris incontra Nude

0
46

Iris Apfel, 97 enne, businesswoman americana, interior designer e fashion icon, è dallo scorso settembre testimonial del brand Nude, celebre per il suo approccio progettuale focalizzato sul concept “Simple is Beautiful”. Durante questa collaborazione Nude presenterà anche una serie di prodotti da collezionare ispirati dall’esuberante stile di Iris, che sarà esposta a Maison&Objet di gennaio.

Quali sono gli aspetti di un brand come Nude ad aver avvicinato la sua sensibilità? Sono da sempre interessata alla bellezza e credo che l’offerta di prodotti Nude sia davvero bella nella sua interezza. Nude ha un tocco essenziale e contemporaneo, ma non manca di offrire collezioni dalle linee più tradizionali. Apprezzo molto l’approccio di Nude, i loro modelli veramente speciali. È la combinazione di tutti questi fattori che ci ha avvicinati. Nude protegge con cura il proprio percorso e tutto quel che propone è sempre di altissimo livello, crea prodotti divini!

Secondo il suo concetto di stile, quali i trend che in questo momento sente più vicini? E per quanto riguarda l’abitare quali sono le linee di tendenza che considera più attuali?
Il mio è uno stile eclettico, mi piace giocarci. Amo mescolare influenze diverse, amo la luce e l’oscurità, il tocco Europa antica e i pezzi Regency, l’antiquariato in generale e gli accessori di tutto il mondo. Sono convinta che nel mondo della casa prima di tutto si debba non seguire le tendenze! Esprimi te stesso, non ciò che possiedono gli altri. Il tuo appartamento dovrebbe rispecchiare la tua personalità ed è meglio scegliere oggetti contrari alle regole di decorazione (che credo non dovrebbero esistere in ogni caso) piuttosto che avere tutto perfetto e impeccabile.

Come queste sensibilità si declinano nella collaborazione con Nude?
Tra me e Nude si è creato un dialogo molto interessante e stimolate, ho apportato il mio contributo inserendo un tocco colorato e molto rappresentativo della mia personalità in alcuni modelli iconici e già esistenti che saranno presentati a Maison&Objet di Parigi.

Lei ha recentemente superato il milione di follower su Instagram: crede che i social possano contribuire a far crescere l’industria del design?
Sono riluttante all’uso estremo delle tecnologie, ammetto di non gestire direttamente i miei account, diciamo che sono più vecchia scuola e prediligo ancora il contatto umano e diretto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here