Fazzini: “Non tradire la nostra natura, ma raggiungere nuovi target”

Fazzini
Fazzini, prestigioso brand del manifatturiero tessile made in Italy, amplia sempre più i suoi orizzonti. E oggi riesce a coprire in maniera capillare le esigenze del mercato nazionale, con boutique monomarca o shop-in-shop posizionati nelle principali città italiane.

Fazzini chiude il bilancio del 2016 con 11,8 milioni di euro di ricavi, registrando un incremento del 23% rispetto all’anno precedente. Questa crescita significativa è stata stimolata soprattutto dai continui investimenti attuati per accelerare l’export e ampliare la rete di punti vendita in Italia: Fazzini, infatti, oggi riesce a coprire in maniera capillare le esigenze del mercato nazionale, con boutique monomarca o shop-in-shop posizionati nelle principali città italiane.

Fazzini
Maria Alberta Zibetti, Paolo e Marco Fazzini

“Nel 2012 l’azienda ha cercato strade commerciali nuove per reagire all’improvvisa diminuzione dei consumi - spiega Marco Fazzini, amministratore dell’azienda -. Se le risposte istintive alla crisi sono di tipo conservativo o di riposizionamento verso il basso dei prezzi, noi, al contrario, abbiamo cercato di investire nel segmento lusso, attraverso il legame con il marchio La Perla per entrare maggiormente nel mercato estero, e abbiamo puntato a sviluppare un progetto di negozi monomarca e vendite online promuovendo sempre i prodotti a prezzo pieno, senza quindi interferire con le vendite presso i negozi plurimarca. Significa apertura verso nuovi canali, ma con un’attenzione estrema ad evitare fenomeni di cannibalizzazione; anzi favorendo sinergie che fossero a vantaggio di tutti”.

Fondata nel 1976 a Cardano al Campo, Fazzini rappresenta un modello d’impresa d’avanguardia che coniuga la tradizione manifatturiera del made in Italy e l’innovazione. “Il prodotto Made in Italy con valenza artigianale è oggi meno presente sul mercato, ma la domanda, in determinati target, esiste ancora. Si tratta di non tradire la nostra natura, la nostra offerta merceologica, ma di raggiungere sempre nuove e più idonee location”, continua Fazzini.

Nel quadriennio 2012-2016, il turnover di Fazzini ha registrato un incremento del 71,3%. “Il nostro obiettivo è proseguire il trend positivo attraverso la presenza nei migliori negozi plurimarca in Italia, con o senza corner specifici, e ottenere il presidio del territorio attraverso una ventina di negozi monomarca nei maggiori centri storici e, soprattutto, nei principali centri commerciali del centro nord, sommando, non sottraendo, le nuove iniziative a quelle precedentemente attive. E ancora, a livello internazionale, puntare a presentare la collezione la Perla Home nelle più prestigiose boutique del mondo come già accade, ad esempio, con Harrods”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here