Ritorna un’icona degli anni 70 Postalmarket (ma in una nuova veste)

0
38
Postalmarket

PostalmarketPostalmarket, il catalogo più amato dagli italiani, riprende vita online grazie a Storeden, la tech company guidata da Francesco D’Avella, che entra nella società e rilancia lo storico marchio annunciando un piano di sviluppo del portale del Made in Italy.

Icona per le famiglie degli anni Settanta e Ottanta, Postalmarket era un catalogo che arrivava due volte l’anno nella cassetta postale di milioni di persone, quelle che abitavano nei paesi più piccoli. Ancora prima che Amazon e lo stesso internet entrasse nelle nostre case, gestiva oltre le 45mila spedizioni giorno. Aveva le sembianze di un elenco telefonico, ma dentro offriva settecento pagine di desideri: dall’intimo ammiccante che ha creato un popolo di fan (sia tra le donne che tra gli adolescenti), alle ultime innovazioni tecnologiche. Il pacco Postalmarket, consegnato a domicilio dal postino, rappresentava il sogno dei prodotti impossibili da raggiungere, quelli che non si trovavano nel negozio sotto casa.

Il marchio, nato nel 1959 da un’intuizione di Anna Bonomi Bolchini, arrivava a 10mila copie diffuse in edicola offrendo al pubblico finale centinaia di oggetti in vendita con la formula  “soddisfatti o rimborsati”. Una storia in ascesa quella di Postalmarket che, a partire dal 1976 quando trasferisce l’attività nella nuova sede di 37 mila metri quadri a San Bovio di Peschiera Borromeo, amplia il numero di lavoratori a 1.600. E che nel 1987  fattura 385 miliardi di lire. Le spedizioni diventano un milione e 250 mila l’anno, con picchi di 45 mila al giorno. Il successo lo fa l’ampia proposta di abbigliamento femminile, all’interno del quale brand blasonati come Krizia, Fendi, Biagiotti, Enrico Coveri, Valentino realizzano capi pensati appositamente per Postalmarket. Anche la comunicazione adotta testimonial importanti per le copertine: nomi tra i più noti del momento. Per citarne alcune, Ornella Muti, Romina Power, Carla Bruni, Cindy Crawford e Claudia Schiffer.

Oggi Postalmarket è ancora vivo nella memoria degli italiani, che lo ricordano con grande affetto. E nel pieno dell’emergenza Covid, mentre esplodono le vendite ecommerce a livello mondiale, trova di nuovo forza per rinascere. Il marchio e i brevetti sono infatti oggi di proprietà della Postalmarket Srl grazie alla caparbietà di un imprenditore friulano, Stefano Bortolussi, che è riuscito dopo anni ad aggiudicarsi i marchi. A fine maggio Storeden, tech company veneta che stando al report di Casaleggio associati detiene il 4% del mercato ecommerce in Italia, ha investito in Postalmarket.

Vogliamo creare il più grande portale del Made in Italy”, dice il Ceo di Storeden, Francesco D’Avella. “In Postalmarket si potranno trovare Brand affermati, ma anche Brand emergenti, l’importante è che i prodotti siano rigorosamente Made in Italy la stessa selezione di prodotti la si potrà comprare in Italia, ma in un prossimo futuro anche dall’estero come ad esempio dalla Germania Francia o Spagna, ma anche in altri paesi come America e dall’Asia’. Siamo convinti che questa sia una delle storie più belle del mercato innovativo italiano. Il Made in Italy è un brand forte di cui tutti andiamo fieri e per colpa delle imitazioni tutti gli anni il nostro paese perde miliardi di euro. Ben venga un portale che certifica la nostra qualità“.

STOREDEN

Storeden è una piattaforma ecommerce nata a Villorba, in provincia di Treviso, che ha rivoluzionato il commercio elettronico: è l’unica a dare la possibilità di realizzare un ecommerce personalizzato in cloud, sincronizzato con i migliori marketplace da Amazon ad Ebay, passando per Facebook e Instagram. Una realtà che si è sviluppata in tutta Italia grazie ad una rete di oltre 190 agenzie web che propongono la piattaforma come soluzione contro la crisi del retail. Le stime di traffico sono imponenti: più di 1.5 milioni di Italiani visitano il loro sistema mensilmente, senza magari neppure saperlo perché vedono sul loro telefonino l’e-shop del loro negozio di fiducia. I negozi virtuali di Storeden sono tra i più visitati in Italia con un market share del 4% secondo il report ecommerce della Casaleggio Associati. Ogni secondo oltre 500 persone navigano all’interno dei codici del suo sistema, guardano prodotti, seguendo aziende e facendo acquisti. Informazioni e contatti: www.storeden.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here