Qualità e design, il new deal del vetro

0
122
vetro

«I rincari dell’energia e delle materie prime stanno sicuramente mettendo a dura prova l’industria del vetro – sottolinea Giovanni Bormioli, presidente del Gruppo Cerve che ha acquisito recentemente anche Vidivi_Vetri delle Venezie, azienda specializzata nella produzione di articoli di design -. Se per quanto riguarda il settore del vetro cavo per imbottigliamento ad uso alimentare, per la profumeria e la farmaceutica i necessari aumenti di listino vengono assorbiti senza difficoltà garantendo la marginalità, nel tableware la situazione è molto più delicata. Il mercato, infatti, non riesce a recepire i rincari e questo porta ad una diminuzione dei volumi. Una contingenza che ha costretto alcune vetrerie italiane alla chiusura. Come Vidivi riusciamo a reagire alla situazione in parte perché il nostro impianto produttivo è in Austria (dove i costi energetici sono leggermente inferiori) in parte perché collocandoci in una fascia medio alta ci rivolgiamo ad un target che è disposto a valorizzare la qualità intrinseca del prodotto».

Oggi si parla tanto di nuova domesticità, di nuove attenzioni nei confronti dell’abitare. Questi concetti caricano di valori e significati anche gli oggetti per la tavola e la decorazione In particolare le proposte in vetro a quali esigenze e desiderata devono rispondere? Vogliamo interpretare questo desiderio di bellezza vera con proposte che coniugano l’alta qualità del vetro pressato ad un design di alto livello. Ne è un esempio la nuova collezione che presenteremo ad Ambiente Francoforte firmata da Mister Smith Studio di Marco Mascetti. Una collezione che propone forme innovative e originali declinate in bicchieri, vasi e sottopiatti.

vetroE i punti vendita indipendenti specializzati nel settore casa come dovrebbero evolversi per interpretare il cambiamento? Posso prendere come esempio il nostro Cerve shop aperto nel 2017 che sta ottenendo risultati decisamente positivi. Lo store propone, oltre ai nostri articoli, prodotti per la casa selezionati con attenzione.

Un assortimento che vuole fare cultura del bello attraverso proposte che possano soddisfare differenti esigenze di stile e di spesa. Punto di forza del negozio è proprio la capacità di offrire ispirazioni e la competenza, la capacità di fare consulenza di chi lo gestisce, oltre all’estrema accessibilità.

Fare acquisti diventa quindi un’esperienza facile e piacevole. Ecco proprio questi secondo me dovrebbero essere i punti di forza dei negozi indipendenti: la competenza, la sensibilità nel selezionare gli assortimenti, il servizio.

vetroTorniamo a Vidivi ci riassume i valori portanti del brand? Sicuramente, ribadisco, la qualità e il design a cui si aggiunge l’attenzione alla sostenibilità. Proprio in questi giorni abbiamo pubblicato il nostro primo bilancio di sostenibilità. Non solo produciamo un prodotto green di per sé stesso ma lo facciamo attuando un processo produttivo rispettoso dell’ambiente, utilizziamo, ad esempio, un forno elettrico alimentato da energie rinnovabili.

E per il futuro quali i progetti Vidivi? Attenzione al prodotto soprattutto, oltre alle nuove collezione, abbiamo creato un catalogo 2023 che ripropone una selezione delle proposte “storiche” Vidivi.Punteremo anche sulla comunicazione per creare una brand awareness. Innanzitutto i pezzi di Vidivi verranno marchiati a laser con il nostro logo per renderli sempre riconoscibili. Attraverso poi collaborazioni con personaggi del mondo della cucina vogliamo far conoscere meglio la nostra proposta. Inoltre da alcune settimane e online un nuovo sito e per finire stiamo per aprire anche un altro punto vendita fisico in Austria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here