Sambonet. Proporre il brand come un’esperienza

0
58
Giovanni Coppo, Sales & marketing director retail di Sambonet Paderno Industrie
Giovanni Coppo, Sales & marketing director retail di Sambonet Paderno Industrie

Non solo prodotti, ma una vera e propria identità aziendale fatta di valori, ispirazioni, emozioni: solo in questo modo si fidelizza il cliente. Gio­vanni Coppo ha le idee chiare sulla stra­tegia marketing  che Sambonet Paderno Industrie deve intraprendere. Il suo know-how deriva da esperienze interna­zionali maturate nelle filiali del Gruppo tra Francia e Stati Uniti. “Del mercato Usa – commenta – mi ha colpito l’assolu­ta centralità del cliente. Si può parlare di vera e propria customer obsession”.

“Oggi – spiega – credo che il ruolo di un brand sia quello di guardare a un nuovo cliente (sempre più confuso) proponendo soluzioni, suggerendo idee, guidandone le scelte d’acquisto. E per dialogare con questo consumatore è necessario utiliz­zare molteplici touch point; dal punto vendita (media fondamentale) al web, dai canali social agli eventi. Per essere là dove lui ricerca esperienze. Quello che desideriamo comunicare, infatti, sono veri e propri concetti di lifestyle. Storie e suggestioni da svelare per aggiungere va­lore ai prodotti, per ispirare e far sognare. Perché questo avvenga è fondamentale anche offrire al retailer strumenti che possano concretamente aiutarlo a tra­smettere queste emozioni e a declinare il cosiddetto storytelling”.

Come vedo il futuro del settore? Sono ottimista. Oggi si stanno delineando nuo­vi modelli progettuali nel mondo casa: la tavola si destruttura proprio perché le abitazioni vengono concepite sempre più con ambienti integrati. I nostri pro­getti vogliono interpretare questi nuovi concept del vivere e dell’abitare. D’altra parte, sono convinto che la conviviali­tà, il ricevere siano rituali irrinunciabili, così come l’aspirazione dell’uomo verso il bello. E proprio questo vuole essere il percor­so del nostro gruppo, interpretare i nuovi stili del vivere mantenendo la centralità del concetto di bellezza”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here