Casastile edizione speciale 50 anni d’informazione

0
127

“Questo periodo ha visto numerosi fatti nuovi nell’economia Italiana, nel nostro settore in particolare… Contiamo di seguire, mese per mese queste vicende in tutti i loro sviluppi, documentando il lettore nel modo più esauriente possibile, per essere un efficiente strumento di lavoro e di informazione al di fuori di ogni legame clientelare, al di sopra di ogni gruppo di pressione. Questo è il nostro compito ed anche il nostro vanto”.

Casastile n.1 – febbraio 1973

Si apriva così il primo numero di Casastile nel 1973. Un obiettivo che è diventata la nostra linea guida. In questi cinquant’anni, ricchi di cambiamenti, abbiamo voluto osservare, raccontare, progettare sempre partendo da una conoscenza diretta del mercato. Un percorso, non sempre facile: contrazioni di mercato, cambiamenti sociali, economici, hanno coinvolto anche la nostra testata. Abbiamo cercato di essere fedeli alla nostra mission: puntando su contenuti di valore, sull’aggiornamento continuo, trasformando la rivista in una vera piattaforma multimediale, abbiamo imparato nuovi linguaggi per dialogare con nuove generazioni di retailer, nuovi mercati (dal tessile ai complementi) che testimoniano l’evoluzione di questo settore. Per festeggiare i nostri cinquant’anni tratteggiamo un racconto dello scenario di riferimento fra passato, presente e soprattutto futuro partendo dalle tre P che consideriamo esserne i punti di forza e i valori.

P come People, le persone, perché prima di tutto le aziende, piccole, grandi, medie, di produzione e di distribuzione, sono fatte da persone, donne e uomini che, con la loro capacità imprenditoriale, la loro creatività hanno messo e continuano a metterci la faccia… People sono i progettisti, coloro che hanno saputo popolare le architetture domestiche di icone uniche, di idee spesso rivoluzionarie. E naturalmente People sono i consumatori,.

P anche come Place, i luoghi del produrre, le fabbriche, elemento fondamentale, Hub di innovazione e di ricerca, portavoce di un Genius loci con radici radicate nei territori. Place sono anche i luoghi del vendere, i negozi, capaci di evolversi per rispondere alle esigenze del mercato pur mantenendo la propria identità. Place sono i luoghi dell’esporre: le fiere.

P, naturalmente, poi, come Products, i prodotti, “compagni” dei momenti quotidiani e straordinari del vivere, interpreti (o forse creatori) di lifestyle e tendenze.

Questa la trama del racconto attraverso cui abbiamo voluto parlare dalle nostre radici per guardare avanti.

E allora vorrei aggiungere un’altra P, P come Passione. Quella che ci tiene legati alle pagine di Casastile noi, autori, e voi lettori. Perché Casastile è un gioco di squadra che partendo dalla redazione e dai suoi collaboratori coinvolge, in primis, l’editore, Ivo Nardella, e poi l’Art direction e tutto il team grafico e digitale che sa rendere belli, interessanti e coinvolgenti i nostri contenuti. La direzione editoriale e l’area marketing, dal cui confronto nascono riflessioni per nuovi progetti, e anche le redazioni delle altre testate del gruppo perché le sinergie creative sono importanti. Mi piace sottolineare il ruolo dell’area commerciale (che non vende pagine ma ci sostiene con progetti di comunicazione), delle segreterie e dei vari servizi… Ma questa squadra non sarebbe completa se non ci foste voi, lettori: la vostra vicinanza, il vostro dialogo alimentano ogni giorno la nostra quarta P, la Passione, che ci auguriamo troviate sempre, insieme alla competenza, nella piattaforma Casastile.

Leggi il numero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here