Punto vendita Prismastore, Cerignola (FG)

retail – Un punto vendita caratterizzato da uno spazio dinamico ed interattivo, anche inteso come un luogo di eventi coinvolgenti e spesso collegati con il territorio. Il tutto condito da un utilizzo creativo del web

Questo punto vendita è candidato alla  selezione italiana  del Global Innovation Award 2013 -2014. Una giuria di esperti decreterà i vincitori italiani che saranno premiati il 13 settembre durante il secondo Summit Tavola-Cucina-Regalo a Macef, Fiera Milano - Rho  

Il punto vendita concorre anche a un premio attribuito dal pubblico. Se vuoi votare questo punto vendita fai click subito sulla scritta [IL MIO VOTO] in alto a destra in questa pagina.
Invia il messaggio senza modificare l'oggetto motivando, se vuoi, la tua scelta. Hai tempo fino al 22 luglio 2013 per votare.

Fai clic qui per visualizzare l'elenco di tutti negozi candidati


Prismastore è un negozio
situato a Cerignola, in provincia di Foggia, in una storica zona semicentrale
chiamata Piano delle fosse, importante per il centro perché vi si conservavano
le riserve di grano per tutto il paese.
Ha 12 vetrine, quattro
dedicate alla pelletteria e otto al mondo della casa.
Il negozio è cambiato in modo radicale nell'ultimo anno; il titolare
Pietro Ruocco, da sempre attento alle nuove tendenze, ha saputo
interpretare i mutamenti degli stili di consumo imprimendo una svolta innovativa allo spazio: “Negli ultimi due anni ho
visitato molti negozi
, ho fatto visita a colleghi, ho condotto un lavoro di
ricerca
- spiega Ruocco - la vecchia
formula dei punti vendita basati su un concetto museale di esposizione è
superata. Ora servono spazi più
dinamici, più aperti e meno impeditivi.
Ho stretto amicizia con Marcello
Gasparetto di Rovigo (vincitore del Gia Italia nel 2011, nda), che ha sposato un
format che funziona molto bene e che intendo valorizzare
”.
Attualmente PrismaStore ha il
suo fulcro nella cucina, al centro del negozio. In un lato dell'esposizione è
stata allestita un'area di show cooking, inaugurata recentemente alla presenza
del famoso cuoco Simone Rugiati, mentre un'altra area funge da temporary.
C'è
meno scenografia e il prodotto è reso visibile e alla portata del cliente.

Il programma di sviluppo del
negozio porterà gli spazi espositivi ad affrontare i prossimi dieci in anni in
modo rivoluzionario e innovativo. Lo si evince anche dal cambio del nome: da
Prismalistenozze
il punto vendita è diventato Prismastore.
Punto di forza del negozio di
Cerignola è senza dubbio la comunicazione
Web
. Ruocco ha selezionato personale
capace di comunicare, ha predisposto per loro la giusta formazione
, e ora
può vantare un sito molto aggiornato
dotato anche di un blog, una corposa presenza sui social network (anche
un canale su You Tube), un'attenta attività di newsletter, per arrivare in
futuro anche all'e-commerce.
Abbiamo modificato la nostra struttura merceologica arrivando a creare uno spazio con oggetti molto vicini al
concetto di emozione
- spiega Ruocco - vogliamo indurre i clienti a essere felici di fare visita al nostro
negozio, vogliamo che siano attratti dalla nostra offerta in uno spazio sempre in movimento
”.
Accanto ai marchi storici,
Prisma offre oggetti di forte appeal sia per quanto riguarda il reparto casa,
che per l'arredo, per l'illuminazione, per le bomboniere, per la profumazione
degli ambienti. Inoltre, ha ideato un'area con un'offerta dedicata al mondo di
valigeria e pelletteria con diversi marchi e una vasta gamma di prodotti.
La vetrina principale ruota
ogni due settimane ed è sempre focalizzata su prodotti di aziende importanti, in
modo conforme alle linee comunicative esterne. “Il nostro obiettivo è quello di creare una continuità tra comunicazione
delle aziende, delle vetrine, del negozio in generale e sul web
- afferma
Ruocco - noi negozianti dovremmo
convincerci tutti che il tempo tolto alla vendita al banco e trasferito in
attività legate al web e alla comunicazione non mai perso ma guadagnato. In una
visione del negozio molto moderna
”.
Un'attività davvero
importante che PrismaStore ha portato avanti in questi anni è legata al
concetto di marketing sociale,
un'operazione di pubblicità che tende a non dare vantaggi diretti all'impresa ma alla comunità, al quartiere. Per
esempio ha donato un impianto di allarme a una scuola di città che aveva subito
molti furti e sono in via di autorizzazione per fare la stessa cosa con un
altro istituto scolastico. “Quest'anno
abbiamo sviluppato una collaborazione
con il liceo artistico
Sacro Cuore di Cerignola e abbiamo utilizzato il
nostro temporary per esporre le opere realizzate dagli studenti
- spiega
con orgoglio Ruocco - per cinque giorni i ragazzi hanno frequentato le lezioni
all'interno del nostro negozio
, elaborando diversi manufatti con la
ceramica, con la carta, con la pelle e con differenti altri materiali. L'ultimo
giorno abbiamo concentrato una lezione particolare sull'aspetto del visual
merchandising e gli studenti sono apparsi davvero entusiasti
”.
Il negozio ha una forte
penetrazione sul territorio ed è molto riconosciuto tra i residenti. Ha un
target clienti davvero esteso, tutti, anche i bambini, sono ben accetti e
possono intrufolarsi a curiosare o a partecipare ad eventi come quello recentissimo sui gelati dove a presente per loro anche una truccatrice.

Abituiamo le nuove generazioni a frequentare i nostri
negozi.

Proprio gli eventi sono il fiore all'occhiello di PrismaStore, che ha
scelto la strada degli accordi e delle partnership con aziende diverse,
fornitori ed esperti. Oltre ad eventi di showcooking
nel nuovo reparto Prisma Kitchen, spesso sono organizzati corsi con l'Accademia Lagostina, con una cantina vinicola della
zona, con Anice Verde, una scuola di cucina di Corato (Ba), così i clienti
possono assistere a dimostrazioni di cake design con la famosa maestra Rosa
Maria Martìn Dueñas, esperta da oltre vent'anni nella decorazione di torte
utilizzando la pasta di zucchero.
Organizziamo poi appuntamenti a tema in cui tutto il negozio è coinvolto trasformandosi in un grande
palcoscenico interattivo
e
suggestivo come la Giornata di Primavera o il Prisma's day,
L'importante è ricreare la
desiderabilità del prodotto
, che il cliente purtroppo ha perso negli ultimi
anni. Ma il paradigma è cambiato: il prodotto non basta. Quello che conta è come lo vendiamo. Come lo proponiamo al cliente
”,
conclude l'appassionato Ruocco.

Testo di Chiara Scalco

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here