Tappezziere: mestiere d’arte al passo con i tempi

Come il mestiere dell'artigiano tessile sta al passo con i tempi. Il punto con Andrea Carratino, presidente di Cita, Consociazione Italiana Tappezzieri Arredatori.
ANDREA CARRATINO,
Presidente Cita

Il mondo dei tessuti d’arredo è in evoluzione e i professionisti del settore devono stare al passo per offrire al cliente un servizio in grado di essere parte integrante di un progetto di interior, preservando il valore del mestiere artigiano. Abbiamo fatto il punto su queste dinamiche con Andrea Carratino, presidente di Cita, Consociazione Italiana Tappezzieri Arredatori.

Di quali attività si occupa Cita per i propri associati? La consociazione si è costituita nel 1975 per rappresentare associazioni, consorzi, cooperative e singole aziende di tappezzieri in stoffa, di arredatori e attività analoghe. Scopo primario di Cita è rilanciare la professionalità del tappezziere, che negli ultimi decenni si è appannata. Ai propri associati chiede di difendere gli interessi e il prestigio della categoria, poiché il tappezziere arredatore è una figura professionale che rientra a pieno titolo tra i mestieri d’arte. Cita chiede agli aderenti di lavorare a regola d’arte e nella massima correttezza.

Oggi il cliente chiede sempre più un progetto di interior a 360 gradi e personalizzato. Come risponde il tappezziere a questa sfida? Bisogna tenere conto della rinnovata attenzione nei confronti dell’arredamento. Se il cliente vuole abbattere le barriere tra le varie zone della casa, se chiede un approfondimento nella scelta dei materiali e desidera personalizzare gli ambienti in modo artigianale, ebbene il tappezziere di Cita deve essere in grado non solo di soddisfare queste richieste, ma anche di strutturare il proprio spazio di vendita allargando l’offerta, in modo da poter suggerire soluzioni.

Con quali figure si rapporta il tappezziere per partecipare al progetto di interior?Un bravo tappezziere deve essere in grado di aggiornare continuamente le proprie competenze, ma è consapevole che la collaborazione con architetti e designer può arricchire la sua preparazione. Un lavoro di squadra è positivo per tutti. Anche l’architetto ha bisogno del tappezziere.

Anche in questo settore è in atto un allargamento della proposta commerciale verso i prodotti per la casa? La tendenza è in atto nel senso che anche nei nostri laboratori proponiamo spesso prodotti finiti, tenendo conto che ci sono clienti frettolosi che amano tro- Proposte vare nel medesimo posto ciò di cui hanno bisogno. Non si può negare che il centro commerciale abbia influenzato anche i punti vendita come i nostri.

Quali sono i trend che stanno guidando il mondo dei tessili per la casa? La casa resta il nostro bene rifugio primario e ci piace trasformarla, renderla più attraente, più comoda. Ritornano di moda le carte da parati, le tappezzerie in stoffa, le porte imbottite, le testiere dei letti a puzzle, ma anche moquette antiacari che corrono sul pavimento e salgono a zoccolo fino a metà della parete. E i bagni diventano veri salotti. E sa che cosa le dico? I tappezzieri arredatori di Cita sono pronti a queste nuove sfide.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here