Künzi, interpreti di tendenza

kunzi azienda

Abbiamo incontrato Andrea Künzi, presidente Künzi che ci ha raccontato l'azienda, leader nella distribuzione dei prodotti di design per la casa.

In questi ultimi anni Künzi ha intrapreso un percorso che la sta portando ad essere sempre più protagonista del mondo casa. Come motivate questa scelta strategica?
"In realtà si tratta di un ritorno alle origini. La Künzi nasce, infatti, come specialista nel mondo della casa, poi sino verso il 2000, si orienta prevalentemente verso il mondo dell'outdoor per tornare in quest'ultimo periodo ai temi dell'abitare e della cucina, cogliendo ed interpretando una tendenza in crescita."

Sicuramente una delle caratteristiche del portafoglio brand Künzi è il contenuto di innovazione che si declina sia nelle proposte di brand "storici" sia nella presentazioni di new entry per il mercato italiano. Perché secondo voi è fondamentale questa funzione di trend catcher?
"Ecco credo che proprio la versatilità, la capacita di interpretare e capire i cambiamenti nei trend di consumo e negli stili di vita, la flessibilità, sono le caratteristiche della nostra azienda. Abbiamo perciò inserito nel nostro portafoglio marchi e nuovi brand che interpretassero con qualità e estrema funzionalità la passione sempre più diffusa verso il cucinare. Li abbiamo affiancati al nostro brand icona Victorinox, arrivando a formulare un assortimento rivolto ad un consumatore evoluto, disposto ad investire in proposte performanti. Proprio per questo motivo il continuo aggiornamento e la visita a fiere internazionali sono fondamentali, la nostra è una ricerca continua di idee innovative ma non legate ad una pura estetica, bensì interpreti di nuove funzioni e in grado, quindi, di creare nuovi bisogni."

Quale, secondo voi, deve essere il ruolo di un distributore per supportare i propri retailer?
"Il distributore oggi non è più semplicemente un propositore di merci ma deve essere in grado di offrire una selezione di proposte, insieme ad una serie di servizi di assistenza e supporto. Deve essere un partner per i clienti retailer, che li stimoli a creare spazi in grado realmente di far nascere il desiderio d'acquisto nel cliente finale.

"Il distributore deve essere un partner per i clienti retailer, che li stimoli a creare spazi in grado realmente di far nascere il desiderio d'acquisto nel cliente finale"

Lo spazio di vendita va interpretato come una sorta di isola felice dove, chi entra, possa rilassarsi, dimenticare la negatività circostante, un luogo che unisca emozionalità e competenza. Per questo, ad esempio, noi organizziamo numerosi corsi di formazione per i nostri partner retailer. La nostra proposta infatti si compone di prodotti che vanno spiegati, raccontati ed una volta capiti creano realmente nuove occasioni di vendita. In quest'ottica si inserisce anche la nuova acquisizione della distribuzione di Berkel. Un marchio top level per un articolo di grandi qualità tecniche, che interpreta perfettamente la filosofia delle nostra proposta."

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here