Intervista a Fabio Balletti, Presidente Fivit

intervista – Con il presidente di Fivit parliamo della prossima edizione della manifestazione in programma ad Arezzo

Dal 17 al 20 settembre si svolgerà ad Arezzo la ventiseiesime edizione di Sabopiù, salone nazionale dell’innovazione e della tendenza  nel regalo. Con Fabio Balletti, presidente di Fivit, l’ente organizzatore abbiamo cercato di riassumere  la filosofia dell’evento.
 
"Sabopiù esemplifica la filosofia con cui noi di FIVIT, grazie all’esperienza ultra ventennale, interpretiamo e organizziamo manifestazioni fieristiche. C’è una fiera amica, il concept dell’edizione 2010. Una manifestazione concreta, creativa, professionale, confortevole, competitiva e predisposta al confronto. In un mercato fieristico nel quale manifestazioni nascono e muoiono da un anno all'altro, il Salone Nazionale dell’Innovazione e della Tendenza nel Regalo, che giunge quest’anno alla sua XXVI edizione, conferma e rilancia il suo messaggio: una formula, efficace e pragmatica, pensata e realizzata per produrre dei risultati concreti". 

A quali target si rivolge, come espositori e come visitatori ?
"Il Salone Nazionale si presenta come la vetrina ideale nella quale è presentato tutto ciò che è legato al mondo del regalo, inteso in ogni sua forma espressiva: accessori moda, articoli per fioristi, bijoux, bomboniere, creazioni d’artigianato, decorazione della casa… E poi, ancora, la lista nozze, i mobili e i complementi d’arredo, gli oggetti di design, il tessile, la tavola e la cucina. Per ognuno di queset ambiti  abbiamo selezionato aziende espositrici valutate per qualità dei prodotti, l propensione all'innovazione e diversificazione della distribuzione".

In questo momento certo non facile per il mercato che valore acquistano le fiere?
"Nella situazione congiunturale di grande incertezza che stiamo vivendo, due sono le qualità imprescindibili che vengono richieste alle kermesse fieristiche: il pragmatismo e l’innovazione nell’offerta espositiva. Sabopiù 2010 apporta elementi di innovazione e di crescita per tutti gli attori dell’evento. Metterà a disposizione spazi funzionali e accoglienti e garantirà il tempo necessario affinché tra negoziante e azienda possa instaurarsi un confronto disteso e un dialogo fruttuoso. La conclusione dell’affare è un epilogo naturale di questo processo, al termine del quale il dettagliante non avrà acquistato solo un prodotto, ma anche acquisito il know how e la competenza che fanno la differenza nella vendita durante le trattative con i clienti del negozio. È questo il valore aggiunto che Sabopiù mette in campo: consulenza, competenza, stimoli".
 
Fiera, momento di business, ma anche  di formazione e aggiornamento. Secondo quali modalità Sabopiù interpreta
"Sabopiù andrà in scena forte di un messaggio e di una formula che non si esaurisce con la chiusura della manifestazione, ma che vuole creare i presupposti attraverso i quali ciascun interlocutore, visitatori, espositori ed Ente fieristico, possa intraprendere un percorso di crescita, di sviluppo e di collaborazione che duri negli anni. Dopo il successo dell’edizione 2009, riproponiamo 'Creative Store': workshop, seminari, incontri teorico-pratici e dimostrazioni a cura degli espositori. Oltre a questo, Sabopiù 2010 offre ai visitatori un Servizio di Counseling: un team di professionisti di alto livello gratuitamente a disposizione per verificare progetti, piani di sviluppo, azioni di promozione e di comunicazione che potenzino l’attività dei singoli negozi".

Quali sono le operazioni più importanti che avete attivato per i buyer italiani ed esteri
"Tra le qualità distintive del Salone c’è da sempre l’attenzione inesauribile nei confronti dei visitatori. Quest'anno abbiamo moltiplicato le iniziative  . Una, in particolare, riguarda: cento negozianti siciliani e pugliesi, selezionati in sinergia con gli espositori, che saranno  nostri ospiti, beneficiando di un pacchetto all inclusive: volo con Alitalia, transfer e pernottamento. Confermate come negli anni passati le agevolazioni gratuite: ingresso in fiera, bus navetta dalla stazione al centro fieristico, autobus dalle principali città italiane, (Roma, Napoli e Bologna), e buoni carburante come rimborso delle spese di viaggio".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here