Comunicare l’eccellenza italiana: Donald Wich

Quali sono i linguaggi che le imprese italiane devono usare per raccontare il proprio valore all'estero e quali gli strumenti per traghettare la loro attività nei mercati internazionali, sono stati i temi toccati venerdì 5 giungo a Milano durante il convegno promosso da Casastile in collaborazione con Messe Frankfurt Italia. Sul tavolo del confronto esperienze e testimonianze diverse di esperti e consulenti, professionisti eimprese del settore tavola e casa che hanno fatto il punto su cosa vuol dire comunicare il brand made in Italy nel mondo.

Leggi tutti gli interventi di "Eccellenza italiana, un valore da comunicare"

Donald Wich - Messe Frankfurt Italia. Il Gruppo Messe Frankfurt è una vera e propria multinazionale fieristica, con un fatturato di 550 milioni di Euro. Copre diverse filiere produttive ed è presente in tutti i mercati più rappresentativi, con un portfolio di 120 manifestazioni nel mondo.

Nato come volano per il made in Germany, nel tempo ha sviluppato un sistema esemplare capace di lanciare le imprese di tutto il mondo in orbite internazionali. Le aziende del made in Italy sono le più presenti nelle fiere di Francoforte in termini di metri quadri. I trend più significativi arrivano dai numeri degli espositori italiani: 410 ad Ambiente e Tendence, 388 a ISH, 132 a HermTextile e 238 a Light+Building. Quindi, dati alla mano, l'Italia già ha benefici che derivano dal fatto che una piattaforma fieristica nata per promuovere l'internazionalizzazione delle imprese tedesche si sta mettendo oggi al servizio delle aziende anche italiane che vi partecipano.

"Con il nostro supporto – dice Wich -, il made in Italy si sviluppa in maniera molto positiva sia come immagine sia come numeri in tutte le nostre piattaforme mondiali ( da quest'anno si tiene anche Ambiente India). Nel 2016 sarà proprio l'Italia il Paese partner di Ambiente  Francoforte. In programma, oltre a una mostra speciale dedicata al made in Italy a cura di Paola Navone, alla cerimonia di apertura e a una serata di gala, anche una giornata in cui le aziende potranno creare eventi in stand, pubblicizzati in fiera per avere massima visibilità". Wich  ha anche portato ad esempio di "visualizzazione" di country branding il Padiglione tedesco di Expo Milano 2015, gestito da WicheMesse Frankfurt, Ha poi concluso  ribadendo che: "Malgrado la sempre più presente  digitalizzazione, l'esperienza di visita resta fondamentale per conoscere appieno il significato e la storia legata a un brand. Che sia questo un prodotto, un'azienda o un Paese".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here