Casastile educational 2010 in tour

eventi – Il diario di viaggio. Guarda anche il video!

Padova 24maggio
Una calda giornata estiva ha ospitato nel nuovo centro servizi la Cittadella di Padova il primo appuntamento di Casastileducational 2010. Una quarantina di dettaglianti sono giunti da Veneto, Friuli, Trentino e - i più coraggiosi - da Rimini e Pistoia, per seguire l'evento.
Ad aprire i lavori Donatella Galli Presidente di Art (Arti della tavola e del regalo) che ha illustrato i fini dell'associazione e i servizi che mette in campo per rendere più competitivi e più aderenti alle esigenze del mercato i punti vendita (come mostrato nel video in alto in questa pagina)


A seguire Paolo Mastromo di Macef ha parlato dell'importanza dell'essere sempre aggiornati sui trend di prodotto e di come la visita ragionata agli eventi fieristici possa diventare in questo senso uno strumento imprescindibile di formazione.


L'architetto Geo Lanza ha quindi introdotto il tema dello store design partendo dal concetto che il progetto deve derivare da una conoscenza delle esigenze reali del retailer, che tenga conto delle key word del progetto dal lay-out al lighting, dall'innovazione tecnologica agli arredi. Con un focus speciale sui materiali di nuova generazione che consentono un'estrema flessibilità dello spazio di vendita.


A questo punto la parola è passata alla sottoscritta che ha accompagnato i partecipanti alla scoperta di esperienze distributive d'avanguardia italiane ed estere in grado di interpretare differenti target di consumatori


Alla stylist Anna Congiu il compito di illustrare come rendere il punto vendita un luogo di comunicazione partendo dalla vetrina, medium immediato rivolto all'esterno in grado di veicolare contenuti messaggi e una precisa identità coerente con l'interno. Il punto di partenza deve essere sempre un'idea da raccontare utilizzando forme, colori, grafismi.


Infine, Lia Tagliavini, docente del Poli.design di Milano ha sottolineato come sempre di più l'acquisto sia dettato non solo da bisogni ma anche da esigenze espressive inconsce e quindi il punto vendita deve diventare luogo di shopping experience, uno spazio di suggestioni che renda piacevole la permanenza al suo interno. Per questo occorre lavorare su concetti proprio come esperienza, riconoscibilità e interazione utilizzando tutti gli strumenti del retail marketing, sempre e comunque in un'ottica di estrema coerenza fra i vari elementi.


Non sono poi mancati interventi da parte dei retailer, fra gli altri Marcello Gasparetto del punto vendita Gasparetto di Udine, che ha illustrato il mood e le iniziative di marketing dello store recentemente ristrutturato; mentre i giovani Gianluca e Nicolò Testi del punto vendita Testi di Padova hanno evidenziato il valore di una brand identity costruita sulla storicità .
Ed ora prossimo appuntamento a Bari il 7 giugno


Promosso da
Casastile
www.living24.it
Art www.art-tavolaregalo.it
macef www.macef.it

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here