Anche Richard Ginori 1735 a Villa Necchi

fuorisalone – La Maison fiorentina tra i protagonisti dell’importante mostra "Villa Necchi. Dettagli di vita e nuove visioni" ideata da FAI – Fondo Ambiente Italiano, Fabrica e alterstudio partners per il Fuorisalone 2012

Tra gli eventi curati da Fabrica - il centro di ricerca sulla comunicazione del Gruppo Benetton - per il Fuorisalone, spicca Villa
Necchi. Dettagli di vita e nuove visioni
, collezione di oggetti di
design realizzata in collaborazione con prestigiose
aziende italiane
, che reinterpreta alcuni dettagli della splendida residenza nel cuore di Milano,
oggi di proprietà del FAI - Fondo
Ambiente Italiano
, in collaborazione con lo stesso Ente e alterstudio partners.

Richard Ginori 1735
sarà tra i protagonisti della mostra: porcellane
realizzate per l'occasione
dagli abili artigiani della Manifattura
fiorentina “vivranno come oggetti del quotidiano” negli straordinari ambienti
della villa dedicati ai pranzi e alle cene della famiglia Necchi Campiglio, un
tempo proprietaria di questa splendida dimora progettata negli anni Trenta dal noto architetto Piero Portaluppi.

L'esposizione si
svilupperà in numerosi spazi di Villa Necchi, che si apriranno al design
contemporaneo, ponendo l'accento sullo stile di vita dei componenti della
famiglia Necchi Campiglio
- rappresentanti di rilievo dell'alta borghesia
lombarda - attraverso la rivisitazione
di oggetti e arredi dell'epoca per opera dei giovani e talentuosi designer di
Fabrica
.

Traendo diretta ispirazione dagli oggetti presenti nella
villa, su idea e design di Fabrica, Richard Ginori 1735 ha realizzato una collezione tavola inedita, dove ogni
piatto propone su un lato una limpida volta celeste punteggiata di stelle -
quasi un'eco che, dal soffitto siderale della sala da pranzo ideato da Portaluppi,
si riverbera sulla porcellana della Maison fiorentina - mentre, sull'altro lato
di ciascun piatto, caratteri tenui e delicati descrivono le ricette più amate
dalla famiglia Necchi Campiglio.

Nel complesso, si tratta di un progetto orientato a valorizzare il know how di storiche aziende, che sono ancora oggi parte della
storia del design industriale, e al contempo a esprimere il talento di giovani
creativi che, con uno sguardo fresco e moderno, hanno saputo dare nuova
sostanza a oggetti d'uso comune degli anni Trenta
, dando vita a un incontro unico tra creatività e storia. La
pregevole iniziativa offrirà inoltre un'importante occasione di visibilità ai
giovani designer: le opere ideate dai promettenti creativi e realizzate dalle
aziende che prenderanno parte all'evento, infatti, saranno protagoniste di una serie numerata in edizione limitata.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here